Osservando # 61 - MATRIX 2 - LA VERGOGNA

 

 

GIURO CHE IL TERZO MATRIX NON LO ANDRO' A VEDERE !!!!!!!

    Mi sono sentito preso per il naso, se non peggio.
    Il primo MATRIX era un tentativo sofferto ed ambizioso di dire qualcosa di nuovo nel mondo del solito cinema commerciale, e fin qui la sfida è stata vinta, anzi il successo è stato veramente meritato.

    Ma per il secondo sospettavo che le Majors si sarebbero riprese lo scettro del comando e così è stato.

    Il risultato è stato un tentativo di approfittarsi del solito popolo bue che è stato titillato dai media fino all'orgasmo, culminato nell'acquisto del biglietto. Da lì in poi, solo un calo costante della tensione e nessuna soddisfazione.

    Ad essere buoni puoi trovarci un po' di sforzi tesi a non finire nel cestino della storia cinematografica, ma io nel cestino ci butto non MATRIX in sè, ma coloro che hanno deciso di riportarlo sugli schermi facendo di noi gli ennesimi schiavi babbei.

    Nessuno ci ha mai fatto pagare per vedere solo il primo tempo di un film. Guerre stellari ad esempio è una saga, ma ogni atto è un episodio concluso.

VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA.

    E' come se in una paninoteca mi facessero pagare in anticipo per un panino e poi me lo portassero pieno solo di maionese, dicendomi che l'hamburgher e il pomodoro me li porteranno a novembre, quando comprerò un secondo panino.

VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA.

    Questa novità si inserisce benissimo nella nuova tendenza di marketing al quale non possiamo che rimanere proni: oramai molte amministrazioni difficilmente amministrano ma sicuramente comandano, i servizi non ci servono, la burocrazia invece di esserci utile è diventata una regina a cui noi dobbiamo prostrarci, le società telefoniche propongono sconti solo per spillarci soldi di adesione, eccetera...

    Ora sono arrivati anche i film, che un tempo erano momento di evasione e sogno, ed oggi sono diventati momento di frustrazione ed ansia ed attesa. Sono le macchine di Matrix, ironia, che si sono riprese il controllo e ci stanno facendo sognare di andare a vedere un film...

FURBI, FURBI, FURBI...
 
 MAX
 

( La presente recensione rappresenta un punto di vista personale, non è un invito a condividere le posizioni descritte. Si rispettano le opinioni di ognuno.)

 

Torna a Indice

Torna a Main Page