L'Osservatorio # 9

                                                                                                                                        

 

 

 

 Ciao Amici...

 

 

    Ancora senza latteria mago, ma non ci piango sopra.  Forse per un recondito spirito poligamo, l'ho prontamente sostituito con un malga mezzano del Montello acquistato a peso d'oro in un negozio di roba biologica. No, non è quel negozio che clona le mucche, dove sta a servire il virtual-garzone. Trattasi di mangiari sani e privi di additivi o pesticidi. Ma per quanto riguarda il prezzo, potrebbero quotarsi al NASDAQ e farebbero faville...!

 

    L'incarnato di questa news-letter sa tanto di fine estate. Non ci posso fare niente, a me quando la temperatura lascia gli ideali 4500 gradi farenheit comincia la malinconia. Ho già messo il pigiamino e alla mattina dovo lottare per non lasciarmelo sotto i vestiti...

 

    Ma procediamo per ordine. Devo ripetere che le vostre risposte e la vostra partecipazione all'Osservatorio è sempre più numerosa e di qualità. Vi leggo tutti con gusto e dedicherò sempre un appuntamento a mettere in circolo i vostri sforzi di genio.  Quando ci sarà uno scoppio generali lo sentirà il mondo intero e finiremo anche noi sulle prime pagine come gli hakers... (no, Giovanna, non sono gli animaletti che si annidano nella polvere...!).

 

    Ecco quindi una succulenta dose dei vostri contributi, i cui sfrigolanti contributi di energia basterebbero a dare calore ad un altoforno...

 

    Susi

    Leggendo i tuoi scritti sembra essere di fronte ad un testo crittografato: Si leggono delle parole, ma alla fine si pensa: ma cosa vuole dire? E perciò ognuno interpreta come vuole...... So che è proprio questo il tuo scopo! 

Allora vorrei darti uno spunto per uno dei tuoi prossimi testi : I "sogni". Quando ero piccola io sognavo che da grande sarei stata così, avrei fatto colà, ecc. Mi immaginavo e fantasticavo il mio futuro. E so che tanti miei coetanei facevano la stessa cosa. Poi, nell'età adulta, non è detto che tutto ( o parte) si realizzi, ma era bello sognare ad occhi aperti, e desiderare di avere o di essere qualcosa di speciale, ha sempre avuto in me l'effetto di un potente "propulsore". Qualche giorno fa, chiaccherando con una giovane collega (26 anni, laureata) che si lamentava del suo lavoro precario le ho chiesto quali erano i suoi sogni, cosa avrebbe desiderato fare potendo avere la sicurezza di un posto "tranquillo".  Mi ha guardato come se io stessi parlando in una lingua incomprensibile........

Poi, come se stesse spiegandomi il mistero dell'acqua calda, mi ha risposto: " Non lo so, non ci ho mai pensato! Per ora aspetto solo le 5 per poter tornare a casa, mangio la cena preparata da mamma e vado a letto!"

E nel weekend? "Sono contenta quando è bel tempo, perchè vado a Jesolo e dormo in spiaggia, oppure sotto gli alberi a casa schiaccio un pisolino....." Riepilogando:un lavoro non soddisfacente, mangiare e dormire !

Questo non è un caso unico, ma solo l'ultimo in ordine cronologico di cui ho avuto testimonianza. Quasi tutti i ragazzi dai 20 ai 30  con i quali ho chiaccherato in questi ultimi anni sono apatici (e per una volta non c'è differenza tra i sessi !!!) . Non sono contenti della loro vita perchè non riescono a gestirla. Non la gestiscono perchè non hanno desideri o mete da raggiungere. A loro è sufficiente che scorrano le ore..... Non è molto importante come. Basta che non sia faticoso e che, magari, ci si guadagni pure! Niente libri, mostre, musei. La cultura è faticosa (..sic..) E la famiglia? Quella d'origine è pallosa, farsene una.............  ahhhrrgggg..! non pensiamoci neanche! 

I più temerari passano le serate insieme, ma in discoteca o in locali rumorosi così non serve parlare...... Sembra uno spot pubblicitario, ma la realtà che ho trovato è questa !  Io ho parlato con persone di "estrazione" medio-alta. Forse in altre "categorie" è diverso?

Baci & Coccole   

 

 

Ecco ora un'esempio di traduzione via internet:

 

 

Denis Walpuski

 

Speranza va bene a voi? Periodi di più infine venuti ad esso voi scrivere! La mia vacanza in Italia era ancora molto bella e nuoc che non potremmo comunicare affatto lungamente nel tempo! Avete molto da fare sul vostro lavoro? Devo mattina all' in punto di 5:20 che aumenta e vengo a 17 in punto ancora a casa. Il massimo uno, I trova i record lunghi pazzi, ma la capisco non completamente! Molto in modo divertente è tradotta con il traduttore, ma mi dò la difficoltà. Faccio sulla nostra celebrazione della città, su 25,08, qui nel vivere di canto della barra, con una musica dell' amico, in quello certamente allegro con tutto il erzaehleel delle ragazze che per il non mio amico! Quando dovete venire approssimativamente spedite in Germania? Ci è qui molto da vedere e!  là li trova molte discotheques, le barre, le riunioni, la città Hannover ed ed e. Lasciare a me poco tempo per scrittura, perché non ho sempre i nervi in più.
Saluti alla vostra squadra ed ai vostri ospiti dalla Germania!

Non c'è nulla da dire. Credo dovremo scrivere in maniera più semplice quando vorremo far leggere le nostre notizie anche dagli amici di altri paesi ! 

 

 

 

Lord Evol

 

Questa volta ti dico che - forse sbaglio - mi sembra che invece di seguire il mio consiglio che consisteva nel convincere i destinatari dell'Osservatorio che questo tuo progetto non ha a che fare con quello che si pensa (quanti "che" ho messo in 'sta frase!? sono uno zozzone della lingua italiana)  comunemente (e in maniera volgare e mediocre) di Internet (farsi le p....  davanti allo schermo, trovarsi la amorosa e scoprire che è un cesso o pubblicità o ca....te perditempo e comunque fatte pensando a un pubblico di sfigati brufolosi che il sabato sera invece di farsi fare ....... preferisce inserire il p... nella porta seriale o il "mouse" nel der..... imitando "riciard ghir" ecc. (ma potrei continuare ad intrattenerti fino ad ucciderti)), hai deciso di agire alla base sottolineando che Internet è. Quindi non ti sei distaccato dal concetto di Internet ma provi a cambiarlo nelle teste dei "clienti". La strada più lunga e, per un incredibile coincidenza, anche quella che può portare con se le migliori conseguenze. Ma poi perchè ca... te lo vengo a dire se sei stato tu a farlo ?!! 

 

 

E per dare l'ultima nota curiosa,  aspettate l'allegato della prossima news-letter.   Alcuni di voi non parlano con le parole ma con le opere. Un po' come gli artisti.  Un filmato o una barzelletta sono un buon modo di diffondere un'emozione e un'idea, perchè anche se non tutti siamo poeti o pittori, ognuno ha qualcosa da dire.   E' bello sapere che ci sono tanti modi di comunicare...

A presto  

 

 

  Ciao Amici... 

 

MAXXX   mabonave@tin.it