Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

Foto Brasile

Salute

Suggerimenti

Sesso e salute

 

 

 

 

Una "andorinha" non fa estate

 

 

 

 

 

 

    La vita scorre anche e soprattutto al di fuori delle nostre abitudini egoistiche.

Per questo accetto gli inviti per come vengono.

 

Andorinha 6e.jpg (122673 byte)

 

Questa volta si tratta di andare a conoscere una "cachoeira", cioè una cascata, un ruscello portentoso che scende dai monti fuori Rio, meta di tutti quei ragazzi che non possono arrivare fino alle spiagge.

 

Mi dispiace di aver abbandonato Rodrigo, il mago della chitarra che, scovato fra le sabbie di Copacabana a dar ossigeno ai muscoli dell'orgoglio carioca aveva accettato di suonare per me le note suadenti di Sem Ar, sentimentale lezione d'amore cantata da D'Black.

 

Andorinha 5e.jpg (107205 byte)

 

L'intenzione inevitabile dei brasiliani è di cavalcare la vita a pelle, come su di un cavallo che attraversa a perdifiato le praterie del presente. nessuna negligenza, nessuna concessione all'imbarazzo.

 

Per il suo compleanno mi aveva chiesto non una maglietta da surf, ma addirittura un appartamento in regalo, credendo che ogni italiano in patria guidasse una Ferrari e che quindi una decina di migliaia di euro valessero bene il consolidamento di un'amicizia da spiaggia.

 

1908 raf e.jpg (35649 byte)

 

La pallina del divertimento saltella sulla roulette tropicale e mi trovo a frequentare quell'Imbariè che ha già prodotto numerose avventure nel mio curriculum di turista teppista. Che altro dire di qualcuno che si ostina a non timbrare il cartellino di musei e cattedrali? Non sono i vernissage ad attendermi ma le feste di sobborgo.

 

Le avventure del sottobosco della malavita hanno il sapore della crudeltà, unica uscita da una linea abbandonata sul binario del perbenismo.

 

 

 

L'escursione a cui sono invitato ricorda la classica gita domenicale in compagnia di padre, madre e cugina con bambina appresso. Il marito è qualcuno di cui, mi dicono, la mia faccia ricorda l'espressione. Sarà che lei ha mire sulla mia pelle di gringo?

 

La mia guida, Andrea è amico di Rodrigo, che non vedo da quell'ultima foto scattata sullo sfondo del Copacabana Palace al chiaro di luna.

L’invito è a gozzovigliare con la famiglia nella cachoeira di Andorinha, una specie di Gange dei poveri della domenica. Una andorinha non fa estate, dice un motto brasiliano, che sarebbe come una rondine che non fa primavera ma la moltitudine non sembra capire che quel ruscello torbido non fa spiaggia, ma sopperisce con coraggio creativo alle ristrettezze imposte da una incompresa distribuzione dei privilegi sociali.

Andorinha 1c.jpg (54153 byte)

 

Spruzzi d'acqua e fumassa delle salsicce cucinate sulla griglia, in un ammasso di carni sfrigolanti e pelli  abbronzate che fanno della misera umanità di Imbariè un modello di desideri stracotti. Circondato da migliaia di persone, l'idea di ruscello è andata a farsi benedire, consegnandomi invece uno spaccato di adattamento, surrogato dell'immaginario turistico di divertimento, e tanta umiltà giocosa.

 

Andorinha 3f.jpg (33994 byte)

 

Una giornata interessante, anche se stancante, dove ho imparato a dialogare con i sacrifici e i sorrisi altrui.

 

 

26  jun 2010

 

Sem Ar - D'Black

http://www.youtube.com/watch?v=EHD5tEKEnBs

 

 

   

 

 

 

 

Q

i quotidianoitalia

 

 

 

 

 

      Brasile    .    Salute   .   Nordeste    .    Rio     .    Blog    .   Commenti sul Brasile     .   Chi siamo    .    Foto      .      Mappa del sito