Mappa del sito      .        Brasile        .         Blog       .        Vagabondaggio        .        Foto        .      Viaggi        .       Libri   .     Contatti 

 

 

HOME

 

                      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

 L'Arte del raggiro

 

 

                  I gringos americani sghignazzano raccontandosi le storie di un libro che solo alcuni hanno letto, ma il cui contenuto è noto a molti, spesso grazie ad una erudizione maturata sul campo: "L'Arte del Raggiro".

    A questo punto della mia vita, penso che qualche capitolo potrei scriverlo pure io, basandomi sulle mie esperienze personali. Posso dire onestamente che non ho mai considerato la maggior parte delle persone che ho conosciuto pregiudizialmente come "furbastri". Ma si sono stati alcuni incontri ed episodi che si attagliano bene al tema e che mi hanno fatto capire che partire con il sospetto, parafrasando il mitico Giulio, pur essendo fastidioso, è essenzialmente utile.

    È incredibile come la tecnica del raggiro sia applicata nello stesso modo nelle grandi metropoli, a Roma come a San Francisco, a Marrakech come a Rio, sebbene le città sembrino appartenere a mondi separati. Molti viaggiatori non hanno mai avuto sufficiente esperienza dell'arte del raggiro. Che io considero un'arte perché è veramente un gioco sviluppato da esperti degli scacchi mentali, il cui scopo finale è mangiare qualche pedina, meglio se di qualche valore. Da questo punto di vista la differenza con le regole del gioco da tavolo è notevole, non esistendo nelle strade alcuna regola di onore da rispettare.  

Esistono differenti stili di gioco

    Gli esperti del raggiro sfruttano la classica mossa scacchistica che consiste nell’attirare l’altro giocatore in un trabocchetto promettendo qualcosa, cioè tramite un'esca che sarà facile mordere,  e poi cambiando le carte in tavola. È una mossa che compare in tutti i loro libri di gioco scacchistico.

    Consigli pratici - Per uscire da questo tipo di attacco e mettere in difficoltà l'aggressore occorre muovere il proprio “Re” nella posizione di difesa appropriata, sedersi con le braccia incrociate e dire semplicemente "No". Naturalmente riuscire in questo gioco necessita di molta pazienza, cosa che notoriamente manca al turista tradizionale. Non bisogna aspettarsi che la persona con cui stai giocando abbia alcun senso di onestà intellettuale, probabilmente è un gioco di cui si vanterà più tardi con gli amici. Lo si potrebbe chiamare "verità addolcita" e più loro ripetono la loro versione dei fatti, più pensando che tu sia propenso a crederci.  Muoversi creando confusione è tutta l'opportunità di cui hanno bisogno e, se non incontrano una iniziale resistenza, si sentono legittimati ad alzare l'asticella sempre più in alto. D'altra parte, come si dice: se non ci si dà da fare non si ottiene nulla.  

Boys and Girls from Ipanema

    La famosa canzone di Jobim è divenuta simbolo di incontri sentimentali. I brasiliani in generale e i carioca in particolare sono molto disponibile a instaurare un'amicizia che finirà in giochi orizzontali. Sono campioni di passione e di dedizione, nel senso che si rendono così disponibili da far perdere la testa soprattutto a gente proveniente da regioni del mondo un po' più represse sessualmente. Si concedono col sorriso accattivante, facendo sentire i propri partner a proprio agio; ma questo non significa che non ci sia un costo, esplicito o nascosto. Anche se la persona non è una "professionista del sesso", la realtà sottintesa è che il gringo proveniente dal mondo avanzato finisca per pagare sempre il conto, magari anche un aiutino per pagare l'affitto, oppure le spese mediche della mamma perennemente ammalata. Tutto richiesto con il sorriso sulle labbra e una impareggiabile faccia tosta.

    Alcuni turisti se la vedono anche peggio e sono vittima del classico schema del “Boa Noite Cinderela”, o buona notte Cenerentola. Si tratta di un potente sonnifero che viene solitamente versato nella bibita incustodita, al bar o in discoteca, distraendo la vittima o approfittando di una sua uscita al bagno.   La necessità stimola l'ingegno, tanto che si racconta che alcuni turisti navigati siano stati addormentati per aver accettato una semplice gomma americana opportunamente trattata. Il passo seguente vede l'amico brasiliano offrirsi di accompagnare il malcapitato nella sua camera d'hotel o, nel caso peggiore, nel suo appartamento. La vittima si sveglia dopo 24-36 ore, con un forte mal di testa che si acuisce quando scopre che stanza è stata svaligiata. La lista dei raggiri è vasta, ma sembra battere sostanzialmente i campi percentualmente più remunerativi.  

    Un turista in discoteca avvicina una bella ragazza, gli sorride, è bene accolto, beve e offre da bere, si sente un leone e alla fine si trova con un conto spropositato da pagare. Oppure lascia la discoteca in compagnia della nuova amicizia, dopo aver concordato una piacevole continuazione della festa in forma più privata; all'uscita del locale viene fermato da un poliziotto in borghese, che con modi bruschi lo perquisisce trovando nelle sue tasche una bustina sospetta: è spacciato. A nulla valgono i dinieghi, la professione di innocenza e i piagnistei. Alla fine la ragazza si offre di intercedere e finge di contestare ogni addebito, recitando la parte di colei che vuol proteggere una persona perbene. Immancabilmente si arriva alla soluzione accettata da entrambi, che il turista abbraccia come una benedizione.  Si recano nell'appartamento a ritirare un'ingente somma per far cessare lì ogni strascico inopportuno.

    Consigli pratici - Se vi capita di uscire con una persona per la prima volta, informatevi discretamente sulla sua vita privata, chiedendo in maniera sorridente dove abita e come si chiama qualche familiare, così, magari in mezzo ad altri discorsi. Poi fatevi una selfie insieme, e prima di appartarvi inviatelo a un amico e fateglielo sapere, così da fargli capire che qualcuno sa e la sua faccia non è sconosciuta.

 

 

Taxi

La lista dei resoconti sembra interminabile, e inizia già allo sbarco dall’aereo.  Oltre ai cambi valute esosi, gli aeroporti sono l'habitat naturale di una miriade di laboriose formichine del raggiro. Basta baipassare l'area dei box che offrono corse dei taxi generalmente gonfiate del 30%, per avventurarsi nel mare aperto dei battitori liberi.  Prima ancora di arrivare alle porte di uscita, solerti gentleman locali si fanno in quattro per aiutarti a trovare un passaggio. Se vorrai cambiare i tuoi soldi in valuta locale, loro sapranno certamente dove c'è più convenienza (per loro!).  Oppure ti accompagneranno sino alla macchina elettronica più vicina, scortandoti come un cugino preoccupato della tua incolumità.  Una volta ritornato sui tuoi passi, seguito dalla tua guardia ombra, lui dimostrerà di sapere quale è il taxi migliore per te, semplicemente scaraventando le tue valigie nel bagagliaio dell'auto di un amico prima che tu possa spiaccicare una parola.  

A questo punto l'artista del raggiro pensa di avere la situazione in pugno. È convinto di avere vinto conquistando la tua fiducia, mentre tutti i tuoi averi sono in ostaggio dentro il taxi dell'amico. Così se ne viene fuori con un foglio che si suppone contenga la lista dei prezzi per scaricarti in uno dei vari hotel di Copacabana.  Ehi, è roba scritta, dà un senso di legittimo.   Inizia a percorrere la lista con il dito indice e si ferma declamando con un attore di teatro un prezzo che è poco poco superiore al doppio del normale. Bene, a questo punto il gioco è finito e puoi iniziare ad alzare la voce, pretendendo che i tuoi bagagli siano tirati fuori immediatamente, perché questa tariffa non è neppure lontanamente parente di quella giusta, e tu pretendi solo di pagare quello che c'è scritto in un tassametro funzionante. A questo punto lui accamperà qualche futile scusa, di solito legata a una festività, uno sciopero, un evento che solo lui conosce.  Quando tu pronunci il corretto ammantare della tariffa, lui tenta sorridendo: "...e la mia mancia?".

 

"No, pagherò solo il tassista", rispondi con fermezza.

"Va bene, negoziamo".  Ma cosa vuole negoziare !?

Entri nel taxi, gli lasci una piccola mancia per averti aiutato a trovare lo sportello della banca e lui se ne va con una faccia mesta. 

    Questo è un tentativo classico di raggiro, che cavalca il tipico percorso che prevede in primo luogo di guadagnare la tua fiducia, quindi di lanciarti l'esca, facendoti credere di avere in mano la situazione, nella maggior parte dei casi reinventando la verità, per tentare alla fine di incassare. Semplice e lineare, è così che funziona.

    Consigli pratici - Se riesci a sfuggire a questo agguato, poi devi solo preoccuparti di controllare che il tassista abbia selezionato la tariffa corretta sul tassametro, un numerino che vediamo in rosso sul display: (bandiera 1 durante il giorno, bandiera 2 dopo le 9 di sera e la domenica) e che non abbia un marchingegno con cui fa avanzare velocemente la tariffa, mentre è impegnato a distrarti con i suoi funambolici racconti.

 

Agenzie immobiliari

Soprattutto nelle grandi città come Rio, la competizione commerciale è fortissima, e spesso ne conseguono comportamenti aggressivi se non apertamente illegali. La parte debole viene spesso trattata da obiettivo predestinato e il gringo, abituato a comportamenti rispettosi e miti, si trova spesso a fare la parte della vittima. Le agenzie di affitto appartamenti non sono diverse, in quanto a tentativi di raggiro.  In una normale località turistica spesso affittano gli appartamenti lasciati loro in carico da turisti stranieri che sono tornati in patria, e pur a fronte di promesse rassicuranti, fingono di non averli mai affittati per intascarsi i proventi, oppure lamentano costi e problematiche che obbligano a esborsi imprevisti con conseguente riduzione del guadagno, tergiversando sulla fornitura di regolari fatture a fronte dei lavori secondo loro realizzati. Oppure, quando tali lavori vengono eseguiti da parte di familiari e amici compiacenti con evidente sovra-fatturazione e spartizione dei proventi. In ogni caso, alle vostre visite o telefonate si negano, tergiversano, finendo per non fornire le adeguate pezze giustificative, nemmeno quando sono previste per legge. Lo scopo, con sorrisi, moine e fughe, è stancarvi e costringervi ad accettare il golpe, contando che lasciate perdere per non imbarcarvi in una ben più lunga e onerosa causa legale.

Nel caso sia invece un turista straniero a cercare di affittare da loro, cercano costantemente di caricare costi superiori al normale per elettricità, depositi, scenari apocalittici di rotture e imprevisti.

 Gli stessi comportamenti che valgono per gli altri condòmini potrebbero invece essere vietati a un turista, il quale può incappare facilmente nell'ostilità dei portieri e dei guardiani, tutti intenti a sottolineare violazioni illegittime, per la risoluzione delle quali verrà proposto di accordarsi con un piccolo extra fuoribusta.

Consigli pratici - Alla fine quindi, l'unico rimedio è svegliarsi, studiare, investigare anche sul web e nei forum, domandare ad amici e conoscenti in loco, insomma prepararsi a riconoscere il pericolo per prevenirlo, o almeno affrontarlo adeguatamente. Il consiglio è di fare bene i compiti per casa, informarsi sui luoghi e sulle normative, accettare di essere combattivi e anche fastidiosi nella pretesa di garanzie scritte, combattendo per garantirsi accordi condivisi, scritti o registrati, alla fine decidendo anticipatamente, se non ci sono posizioni estremamente chiare e garantite, quanto si è disposti a spendere o a perdere, evitando poi di imbarcarsi in azioni che non farebbero che complicare o peggiorare ulteriormente la situazione.

 

sept 08 - ago 016

 

Tutti i consigli sulla sicurezza

 

Cordialità e rapina

Viaggiare tranquilli

Come prepararsi al Brasile

i pericoli del turismo sessuale

Attenzione all'arte del raggiro

Consigli di Viaggio

 

 
 

 

Una Risata

 

 

°°°o0§0o°°°

 

About

 

 

 

 

 

°°°o0§0o°°°

 

Contatore visite

     

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

Flamengo

Natal

Salvador