Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 
 

HOME

 

 

 

 

ORA IN EBOOK

 

 

 

 

viaggiare  sicuri

 

Qi quotidianoitalia

Prostituzione Primo Wrestling del mondo

 

Guía turistica

 

 
 

e-B o o k    e    l i b r i

 

 

 

 Leggere è come inoltrarsi in mare aperto, con una barca a remi e senza motore: se ci riesci compare d’incanto una vela gonfiata dal vento che ti porta lontano, sennò rimani lì a spezzarti la schiena con un pezzo di remo in mano.

 

Le mie letture a dicembre 2016  -  (102)

 

 

Christopher Cook - Robbers

voto :  11 

Scaltro e rugginoso come Lansdale, stradale e galoppante come Crumley, minimalista e bastardo come Torsten Krol, un romanzo di furti e fughe che incontra molto la mia passione per la descrizione minuziosa della gentaglia, senza compiacimenti né falsi moralismi. Scivola liscia la tecnica dei dialoghi senza virgolette, l'ambientazione della vaste lande americane, l'empatia con persone che non ce l'hanno una filosofia, perché troppo impegnati a campare. Citazione: "Gente anziana, una spina nel culo. Sempre a rompere i coglioni, sempre a pretendere comprensione. A cercar di spremere ogni minima goccia da una vita non degna di questo nome. Nessuna ragione per vivere, ma una volontà di ferro nel tirare avanti. E cercare ogni modo per fartelo sapere".

Robbers è cresciuto lento e progressivo, in forma, contenuto, struttura. Nei personaggi, nelle storie combattute, nei loro fallimenti, nella crudezza, nell'introdursi un poco alla volta nell'odore degli acquitrini, nelle nebbie dei boschi del Texas, nelle citazioni sputate e irriverenti. Incredibile che 40 editori avessero rifiutato di pubblicarlo. Ma forse comprensibile al giorno d'oggi, eppure è qui. Uno che il prossimo anno me lo rileggo con ancora più gusto. Tanto di cappello. Di Stetson, ovvio.

Daniel Arsand - Amanti

voto :  9 

Pagine come pennellate liete e tristi, come poesie pervase da malinconia ed esplosioni miracolose di gioia. Il re Luigi XV che puzza, grugnisce i suoi fantasmi, ordisce un processo al conte Balthazar sommerso dall'odio e dall'invidia della corte che lo taccia di magia, stregoneria, alchimia mentre in effetti era soltanto sodomia. Esaltazione scandalosa.  L'intolleranza per l'amore evidente per il pastorello Sebastién si veste di repressione moralizzatrice, mettendo fianco a fianco nobiltà e plebaglia, rabbia e pazzia, urla e calcolo, sfociando in rogo. Un fuoco che continua a bruciare come l'amore assoluto, travolgente, immortale degli amanti.

George Orwell - Senza un Soldo a Pargi e Londra

voto :  9 

Pochi sanno che all'inizio della sua carriera Eric Artur Blake, che poi si farà chiamare Orwell, lasciò l'esercito britannico di stanza in Birmania. Guardare la vita attraverso gli occhi dell'oppressore gli era venuto a nausea, e decise di passare dall'altra sponda, osservando il mondo da un nuovo punto di vista. Per tre anni fece la vita del barbone, vagabondando per le vie di Parigi e poi Londra, vivendo di nulla, accompagnandosi ad altri barboni e mendicanti, lavorando saltuariamente come garzone ma il più delle volte obbligato dalla legge a non sostare mai in un unico luogo, vestito di un solo abito, dormendo in stanze sudice, nutrendosi scarsamente. Apprese cose illuminanti. Ne sortì la presente opera, sincera e originale.

Charlie Williams - Mortacci

voto :  8  

Sedersi comodi a leggere queste divagazioni demenziali, le stramberie che affollano la mente di un buttafuori con tanti muscoli e poco, ma veramente poco cervello, alle prese con la vita vagamente incasinata della sua cittadina inglese perduta in mezzo ai campi, fra birre e zuffe, furtarelli e fughe, trombatine e scorregge, facendo salcazzo cosa e fottiti le conseguenze...

Nicolai Lilin - Il Serpente di Dio

voto : 8  

Dopo la Educazione Siberiana nella comunità criminale dilla Transnistria che l'ha reso famoso, Lilin ci propone un travolgente romanzo che parla di adolescenza e maturità nella guerra nel Caucaso, fra truppe regolari sovietiche, settori speciali, terroristi islamici, burocrati che fanno affari coi ribelli. Ogni personaggio è una storia, una spiegazione socio economica, un avviluppo di lotta e sopravvivenza, sangue e disillusione, violenza e inganno. Uno stile narrativo piacevole che ci svela i segreti pensieri, la costruzione e brutalità di quei mondi che ci gettano le loro gesta attraverso la tv, ma che spesso vengono oscurate delle ideologie prima ancora che dalla disinformazione mediatica.

 

Haruki Murakami - Gli Assalti alle Panetterie

voto : 7 1/2  

Più ironico che onirico, l'ultimo sogno di Murakami ci coglie per lo stomaco, attraverso una fame che è come un buco senza inizio e senza fine, tale da spingere il personaggio principale a dare un assalto a una panetteria. La fisicità è sovrastante, l'analisi interiore quasi ingenua eppure vivida, condivisibile nella sua ineluttabilità, tanto da regalarci momenti di inattesa comicità.

 

Tim Willock - Bad City Blues

voto : 8  

Rude, cattivo, violento, sanguinolento, pur non essendo uno storico Raymond o un truce Cook, Tim Willock interpreta la modernità dei tempi trasferendo nelle storie e nei personaggi gli  ineluttabili schemi di sadismo e morte di una realtà senza speranza di redenzione, sbattendocele in faccia attraverso le inevitabili sofferenze di personaggi votati all'abbandono.

  Risultati immagini per stanze nascoste derek raymond

Dereck Raymond - Stanze Nascoste

voto :  7 1/2  

Da un famoso autore di noire, la storia della sua ispirazione, gli aneddoti e le frequentazioni dei bassifondi, vita a fianco di malfattori e criminali. Perché la disperazione non si può raccontare se non la si è vissuta personalmente. Finché ci sarà miseria ci sarà violenza, per uccidere i deboli si usa un metodo impersonale chiamato "il sistema". Ecco perché andare contro la legge è un'esperienza che va vissuta, non può essere acquisita in nessun altro modo.

Jean-Patrick Manchette - Piovono Morti

voto :  7 1/2  

Struttura americana per noire francese, sembra la storica lotta per il predominio culturale che ha attraversato i film degli anni 70, ma non ne soffre l'azione, velata di pioggerellina parigina, traballanti auto europee, brigadieri, criminali e bistrot francesi. Compare il classico investigatore privato che tira la cinghia, il banale caso che si complica sempre più, la eco della grande guerra, gli inseguimenti, i pestaggi, gli spari, la carneficina, la vena sensuale venata di ironia. Sufficiente per apprezzare l'autore e metterne in coda di lettura la prolifica serie per i tempi di magra.

Hamid Moshin - Il Fondamentalista Riluttante

voto :  8  

Con una magistrale struttura narrativa, il ricordo dell'unico io narrante, il ragazzo pakistano Changez, ascoltiamo la parabola di un oriente e un occidente che si toccano solo nell'incomprensione dei rispettivi valori. Changez dopo la brillante laurea a Princeton diviene analista finanziario e inizia a conoscere e condividere le leggi del cannibalismo finanziario. Una parabola che lo porta lentamente a riscoprire i valori e i diritti del mondo in tutte le sue espressioni, non solo quelle del profitto, non solo quelle della sua patria d'adozione, quella americana. L'inarrestabile trasformazione è narrata in modo pacato e per questo fa ancora più impressione.

Reto Gloor - Vallat

voto :  8  

O Ispetor da policia Charles Vallat è designado para se infiltrar em um grupo anarquista suspeito de tentar destabilizar a neutralidade da Suiça, quase uma ilha de tranquilidade nas trincheiras europeia da I Guerra Mundial. A cosmopolita cidade de Zurich, ao redor duma obscura lagoa, è o destino escolhido por artista e revolucionarios, num clima de vanguarda e liberdade formal onde o verdadeiro enemigo se mascara na "orgia de poemas, cançoes e danças".

Chuck Davorien - Juvenile Justice

voto :  7

Work of fiction who typically envolves a gang of adolescents who take advantage of a school novice with activities against the law, traspass beyond the barriers of legal action, involve mortal outrage, with consequences which took to the correctional cage. Sort of anarchist and violent language, kind of hip hop drama.

Dashell Hammett - La Città degli Incubi

voto :  7 1/2  

Nelle strade di San Francisco degli anni '20, al tempo del proibizionismo, un detective investiga col suo cinico pragmatismo su molti casi, avendo a che fare con amici che si trasformano in nemici, rapinatori indifesi, poliziotti assassini. E' la costante lotta del bene contro il male, in folgoranti immagini da fumetto che hanno il sapore della vita vissuta.

Enrico Malizia - Le Droghe

voto :  7  

E' suo figlio quello che campeggia sulla copertina di quel film porno. A infilare la busta nella cassetta delle lettere è la vicina di casa, che ha scoperto la novità tramite il figlio. Una città che ama spettegolare, una madre che cerca appoggio nel marito, qualche imbarazzo, qualche domanda, nessun trauma eccessivo, va tutto bene, un finale normalizzante, la vita riprende un suo ritmo nemmeno tanto malvagio. Libretto senza infamia e senza lode che si legge in un'ora o due, non molto profondo, più curioso che altro e scritto lineare ma senza spiccare il volo, visuale unica attraverso i le elucubrazioni della madre.

Enrico Malizia - Le Droghe

voto :  8  

Un classico dell'informazione scientifica, per orientarsi fra le innumerevoli consuetudini storiche, le specie e sottospecie, gli usi e gli abusi, gli effetti e le cure.

Paolo Rumiz - Maledetta Cina

voto :  7 

Andando a trovare il figlio che lavora a Beijin, l'autore inizia ad annotare le sue meditazioni sulla civiltà occidentale, confrontandola con l'evidenza del millenario oriente alla conquista del mondo, la strada invasa da auto e biciclette incolonnate verso casa, il cielo cremisi dell'inquinamento da anidride solforica che pervade la capitale cinese, le ombre che ne escono all'improvviso. Senza critica, ma non senza nascondere un senso di stupore, annota e descrive un popolo che non ha il senso dell'aiutare né dell'essere aiutato. Nella città di Pechino tutto è controllato, piazza Tienanmen protetta da ragazzini soldato immobili, le strade con sei muri per evitare le sommosse, fino all'incolore dei palazzoni maoisti, giusto per far risaltare il rosso del Partito.

Bart D.Ehrman - Gesù non l'ha mai detto

voto :  8  

Sebbene alla Bibbia sia riservato un posto d'onore nella nostra cultura, sebbene la maggioranza dei fedeli li consideri "parola di Dio", non siamo in possesso che di copie di trascrizioni, forse copie di copie di copie di copie, ricopiate spesso da persone impreparate, o addirittura da chi voleva sottolineare il proprio punto di vista, per cui è difficile persino controllare quale sia stata esattamente tale parola iniziale. Ehrman fa una impeccabile  esegesi testuale dai primi manoscritti esistenti in greco e ebraico, e sugli errori e le manipolazioni di millecinquecento anni di vangeli. Raccontandoci la storia di scribi che copiarono i testi iniziali, talvolta modificandoli.

Pino Cacucci - Polvere del Messico

voto :  7 

Viaggio nelle cantinas, luoghi sacri dove mangiare le botanas, piatti gratuiti che aiutano lo stomaco a ricevere più alcool possibile, nelle misiones perdute nel deserto sabbioso di Sonora, nelle valli di Sinaloa dove la marijuana è stata sostituita con il papavero da coltivare in conto americano, nello Zocalo di Città del Mexico testimone della rivoluzione di Pancho Villa e Emiliano Zapata, nella Valle del Silenzio dove anche le radio si ammutoliscono per rispetto degli spiriti yaquis.

J.Safran Foer - Eccomi

voto :  7 1/2

Accalappiato da potenti eco di settore, all''amo dell'acclamazione di orde di critica entusiasta, sedotte le trombe di Eustachio del lettore, eccomi ad affrontare Eccomi. Fraseologia e produzione del pensiero indubbiamente clever, intriso di sottigliezze tipicamente ebraiche. Vagabonda senza perdersi nel pensiero di padre, madre e figli, giornalmente, passo passo, senza sbiadire, approfondendo e sorprendendo, introducendo e chiarificando anche se solo tenendoti con l'occhio sul buco della serratura della vita e dell'animo dei protagonisti. Probabilmente sarà amato da chi ha già amato, per dire, il Barney di Mordecai. Anche se devo ammettere che io, come sempre, i romanzi di scrittori ebrei non li empatizzo.

Marco Bianchi - Magnifiche Ricette

voto : 8 

Un compendio di ricette bio e accentrate sul nutrimento e il mangiare sano, con i 20 nutrimenti base tra piatti unici, sfiziosi antipasti ricche insalate, paste e zuppe, secondi e dolci, unendo vitamine, microalimenti e sperimentando cose che si prendono cura di noi.

Andrea Camilleri - I Fantasmi

voto : 7 1/2  

Con Camilleri la lettura non può fare a meno della litania della lingua siciliana, ai più ostica o addirittura incomprensibile, ma sicuramente evocativa di significati e azione.

Alessandro Bergonzoni - Le Balene restino sedute

voto : 7 

Narrazione surreale e funambolica, giochi di parole imprevedibili, conduzione scatenata e tipica del comico teatrale, che spiazza sempre il lettore con i suoi nonsense.

Elvio Fortini - Giochi di Carte

voto : 7 

Elenco enciclopedico e spiegazioni di tutti i giochi di carte che si fanno con mazzi romagnoli, francesi o napoletani, nomi  classici come Bridge e Chemin de Fer, sconosciuti come Bazzica e Belote, o di altri mondi come Boston e Brusquembille o da ragazzi come Burraco e Bestia col Buco.

Jim Thompson - Un Uomo da Niente

voto : 8 1/2  

Un giornalista bello, intelligente e instabile, cerca una improbabile vendetta sulla vita, le donne, i colleghi, collezionando cadaveri e bottiglie vuote di whisky. Anche l'autore Jim Thompson era così, ubriacone minato da una salute fisica e mentale in costante declino. I mille impieghi cui dovette inanellare lo avvicinarono ai personaggi più marginali, sempre al confine della legalità, come della tranquillità: gangsters e poliziotti corrotti, truffatori e puttane, spacciatori e contrabbandieri, speculatori e falliti. Raggiunse il successo scrivendo tredici libri economici in tre anni, per racimolare qualche soldo. Lo scoprì persino Hollywood, che rese famose le sue opere in almeno tre film di successo.

Adriano Bolzoni - I Dannati di Vlassov

voto : 8

Quasi tre milioni di russi e cosacchi combatterono contro la dittatura crudele dello stalinismo durante la seconda guerra mondiale, finendo per allearsi pure con Hitler. Alla fine della guerra, in barba a qualsiasi trattato di Ginevra sui prigionieri,  gli Alleati decisero di restituirli alla Russia, dove vennero trucidati per vendetta. Una ennesima pagina buia della guerra e del bilancino politico moderno, magistralmente ricostruita da una penna impeccabile.

Jorge L.Borges - Infamia

voto : 9 

Chicche alterate che valgono la pena. Resoconti che ti fanno stare dalla parte del narratore, pennellati con pazienza di un altro mondo letterario dove il tempo serviva a dare un ordine disciplinato,a rifinire le frasi, a scegliere le immagini evocative, a limare le parole perché fossero sufficienti e niente di più, e quindi cucinate con gli ingredienti naturali, cotte a puntino, digeribili da intenditori. Racconti abilmente stravolti di fatti realmente accaduti, colti come immagini sparse, flash di you tube del secolo scorso impersonificato da un osservatore dotato di anima, o ancor di più, di ironia.

D.De Masi - Mappa Mundi

voto : 7 

Riciclatosi da sociologo dell'Ozio Creativo, "nuovo orizzonte dell'umanità" del lontano 1995, ad antropologo culturale protetto, in questo libro propone addirittura le basi di un Nuovo Modello Mondiale, confrontando una decina di civiltà e culture, nelle loro componenti di credenze, stereotipi e religione, osservando alacrità di intenti e vita di favela. Un lavoro ambizioso composto comodamente ospitato in un appartamento di Ipanema, il quartiere di lusso di Rio de Janeiro. La mia non è una critica al suo operato, chi sarei io? Pongo però i picchetti ai bordi del sentiero, come sempre dobbiamo fare davanti ad ogni esperienza, metafora, rappresentazione e lettura, conservando pur sempre un granello di follia...

Dambisa Moyo - La Carità che Uccide

voto : 8 

Di Africa parlano solo gli intellettuali bianchi. I buoni propositi, modifcatisi da prestiti a devoluzioni, non hanno aiutato il gigante nero a reggersi sulle sue gambe, ma al contrario lo hanno ridotto, dopo decenni di politica assistenziale, a uno straccione che tende la mano, spesso imboscandosi il ricevuto. Per l'Occidente gli aiuti sono stati un mezzo attraverso il quale conservare posizioni strategiche geopolitiche e gestire i propri interessi economici, imponendo briglie e controlli senza pretendere alcuna lotta alla corruzione.

Carlo Teglia - Vagamondo

voto : 7 

Viaggiare per quasi due anni intorno al mondo senza prendere mai un volo è un'impresa avvincente. A raccontarla ci si mette un attimo. Forse l'autore ci ha messo anche meno, se dobbiamo attenerci ai refusi. Indubbiamente ha trasmesso i propri sentimenti, le immagini di pasti e di scorci inusuali, anche se non tutti condivideranno la sua passioni per gli sballi psichedelici. ma il viaggio l'ha fatto lui, la sua scelta è un'ambizione spesso condivisa a tavolino dai sogni di coloro che non hanno avuto il suo coraggio. Non aspettatevi lo spessore letterario di un Terzani, ovviamente. Ma nemmeno l'arguzia di una viaggiatrice solitaria come Darinka Montico.

Schulzt e Lavenda - Antropologia culturale

voto : 8 

Popoli e motivi di sopravvivenza culturale ovunque. Tradizioni e religioni, esperienze umane sostanzialmente ambigue, fronteggiate sciegliendo sempre fra le soluzioni possibili, costruzioni e ricostruzioni incessanti, spesso in conflitto con giudizi e modelli appartenenti alla lotta di potere. Cosa significa essere umani, attraverso lo studio della natura, della società e del passato, conciliandole con gli strumenti della biologia e della politica, della linguistica e dell'economia,

Richard Matheson - Racconti

voto :  8 

Capisco perché viene considerato universalmente il miglior scrittore di racconti.

Ake Edwardson - Balla con l'angelo

voto :  7 1/2  

La moda dei gialli nordici ha sdoganato questo autore, anche se il pubblico non sembra apprezzare. E' la prima volta che mi trovo a leggere qualcuno che non sembra intenzionato a dare trama, né indizi, né personaggi. Difficile stargli dietro. Direi che dobbiamo proprio amare l'anima fredda per dargli una chance, ammesso che questo, per uno scrittore, sia sufficiente. Il tema è comunque scabroso, giro di pornografia spinta, ragazzi trucidati, ferite inferte alle vittima tutte da intuire, perché non ci vengono spiegate, i pensieri dei personaggi divagano, si celano mordicchiati, i soggetti sono poco tratteggiati e meno ancora spiegati, per cui difficile sia raffigurarseli e meno ancora affezionarsi. Dobbiamo fare un bell'esercizio di fantasia, questo sì, e forse questa è l'idea.

Fabrizio Schifano - Psciconautici

voto :  7 

Analisi delle politiche sugli stupefacenti, mappazione delle nuove droghe, del loro uso, consigli di combinazioni psichedeliche da parte di psiconauti, identificazione dei trend emergenti, incremento della ricerca su Google, ricerche chimiche, consigli sui servizi di prevenzione.

Torsten Krol - Callisto

voto :  9

Con un linguaggio un po' idiota, perché è un tipo così, alto e lento di comprendonio, farcito di "come si dice", "A-ha" e "tipo" e "come dice il detto", il romanzo ci mostra l'America della paura del terrorismo, della politica ferrea, della religione al servizio delle ideologie. Il personaggio narrante ci fa tenerezza e finiamo per parteggiare con lui, sperando che riesca a uscire da quelle peste di islamisti bislacchi, spacciatori e agenti segreti, truffatori  e poliziotti incazzati. Una commedia nera ed esilarante, un thriller incalzate e incredibile, un'avventura moderna e umana come poche.

Davide Malesi - Itinerari in moto

voto :  7 

Dal nord al sud, itinerari corti e raid di oltre 100 chilometri, fra regioni, cittadine, laghi, con pregi e curiosità, comprese associazioni filmografiche per evocare l'avventura a due ruote.

Maurice McTigue - Como a Nova Zelandia se tornou estado livre

voto :  7 

Seguendo un nuovo obiettivo etico, la responsabilità fiscale di governo deve emanciparsi dalla furba retorica di colpevolizzare genericamente l'evasione, ma porsi una nuova domanda, che suona esattamente così: "Che cosa abbiamo raggiunto in termine di benefici pubblici come risultato del denaro ottenuto dalla tassazione?" Maurice McTigue può essere orgoglioso della sua esperienza di governo in Nuova Zelanda, come il suo collega Pepe Mujica dell'Uruguay all'altro capo del mondo. Ma sono i soli, in mezzo a un mare di predoni e di furboni dell'ideologia. Dal 1984 la Nuova Zelanda si è liberata del peso di eccessivi sprechi, eccessive tasse ed eccessivo controllo statale. E ha inanellato una crescita che prosegue da 25 anni, nonostante la crisi mondiale. Una lezione per l'Italia?

Roberto Pazzi - la Trasparenza del Buio

voto :  7 1/2 

Il dialetto veneto di Padova e Ferrara, i tic nevrotici di un sessantenne divorziato e bisessuale, l'ansia nel dubbio di non piacere, l'angoscia nel cercare l'uscita da un tunnel di ombre che non accettano di materializzarsi, consapevoli della bellezza del sogno. Perché il peccato lo insegna il desiderio, mentre il possesso cela in sé i semi della delusione.

Hamid Ziarati - Quasi Due

voto :  8 

Salam, maman... la pace sia con te, madre, come non lo è stata con il popolo dell'Iran, dove le generazioni scendono in piazza solo col consenso del regime per non rischiare la vita, dove tuttora si attende una giustizia che ai  padri fu negata con la Rivoluzione komehinista. Il ragazzo protagonista di Quasi Due ama il combattimento di colombi, i film stranieri proibiti, le ragazze coetanee proibite, fino ad accettare la visione esaltata di un Corano integralista che nega la salvezza a chi non sia musulmano. Fino a scoprire, fra bombe, sangue e pallottole che ci sono altre parole nel libro sacro che raccontano di amore e di giustizia più umane e meno divine; fino a scegliere, fra amicizia e guerra, la prima...

Joe R.Lansdale - Una Stagione Selvaggia

voto :  9  

La coppia bene assortita formata da Harp, giovane bianco con passato di pestaggi, belle donne e lavori nella fonderia, e da Leonard, irascibile negro gay veterano del Vietnam, non si fa pregare per dare una mano a recuperare un bel malloppo. E non si fa nemmeno mettere i piedi in testa quando le cose si complicano parecchio. Senza mai perdere il senso del ritmo, della misura descrittiva, del sarcasmo infinito che fa spesso meravigliare che l'autore sia solo americano. Ma già, il Texas è uno stato mentale...

S.Provvisionato - Doveva Morire

voto :  8 

Rilettura delle indagini e della scarsa attitudine dei centri decisionali gestiti e coordinati dal Ministero dell'Interno di allora. durante il periodo della prigionia Moro. La teoria secondo cui il presidente della Democrazia Cristiana stava scomodo a molti e si optò per una linea che lo abbandonasse a un destino di martire.

Tongzi - Beijing Story

voto :  8 

Sfrontata e tragica. La Brokeback Mountain cinese. La praticità in lotta con la verità.

Perché tanta ingiustizia per tentare di essere corretti, per imporsi a tutti costi di sopravvivere, quando basterebbe semplicemente vivere?

 

Dan Kavanagh - Duffy

voto :  8 1/2  

Un thriller anni '70, quando ancora non si parlava di computer e gli archivi erano fatti di documenti cartacei e polaroid. Un tocco di humor british e un'accozzaglia di personaggi da fumetto percorre le strade dei quartieri londinesi, con l'investigatore che a causa delle sue scappatelle bisex, o "mi piace sia carne che pesce" come dice lui, finisce per venire incastrato sia dai compari della polizia che dai bulli di turno. Una lettura divertente e che non fa rimpiangere d'essere datata, ma spinge a riconoscere che l'arte di scrivere non ha vincoli di modernità, quando si tratta di  intrattenere e lasciare soddisfatto il lettore.

D.Lagercrantz - Millennium 4

voto :  7 

I primi tre titoli della serie di Millennium portarono il noir svedese sul podio in tutto il mondo. La prematura scomparsa di Stieg Larsson ci ha lasciato i suoi fantasmi, fra tutti l'editore che non ha resistito a far cassa con una prosecuzione destinata a farci rimpiangere l'originale ancor di più. Ritroviamo gli stessi personaggi, ma pennellati ovviamente meno bene, gli stessi intrighi anche se presentati con più incertezza, le stesse ambientazioni anche se meno vivide. Insomma, come lettura in sé non è sgradevole ma, nonostante la sensazione di sforzo compiuta dallo scolaretto incaricato, potremmo averne fatto volentieri a meno.

Martin Buber - Il Cammino Dell'Uomo

voto :  8 1/2 

Herman Hesse ringraziò l'autore per il resoconto del seminario qui riportato. Chi ama i temi interiori, l'identità dell'uomo con la sua natura spirituale, l'incontro con il vero e unico sé, il confronto fra libertà e dogmi, non esiterà ad apprezzare le parole franche e determinate contenute in questo datato libercolo, che contiene alcune delle considerazioni più fedeli alla tradizione chassidico-ebraica.

Misk&Ousmane - Colonialismo francese

voto :  7 1/2 

Nuove pagine sulla storia dell'orgoglio dei cugini transalpini, che crearono il tanto amato motto "Liberté, Egalité, Fraternité" ancor oggi portato ad esempio da molti simpatizzanti in cachemire, intendendolo naturalmente solo per loro, come ormai sappiamo succede per tutti gli slogan, democrazia in testa. Il giorno dopo della nascita della repubblica, i francesi iniziarono infatti le loro campagne di colonizzazione. L'arroganza dimostrata in Algeria, Senegal, Marocco,continuano ancor oggi a dividere il mondo, e le pagine delle cronache autorizzate, tra straccioni ingrati e governanti furbastri.

Daniele Zanon - Reflex digitale

voto :  7 

Manuale di fotografia, con consigli pratici per l'utilizzo di reflex e compatte digitali.

Roverta Bruzzone - Il lato oscuro dei social media

voto :  7 

Elenco delle cattive abitudini sui social, dei rischi inerenti spy, stalking e furti di dati, ma più specificamente uso ingenuo e trascuratezza nella salvaguardia della propria privacy. Consigli di comportamento, suggerimenti di soluzioni e abitudini corrette, salvaguardia attraverso disciplina web e assistenza da parte delle forse dell'ordine preposte al controllo.

Don Winslow - Il Cartello

voto : 10  

Ci ritrovo l'aggressività del vecchio Il Potere del Cane, le strategie locali e internazionali dei cartelli della droga mexicani, la nuova violenza de Los Zetas costituiti da bande di paramilitari, le teste segate, i politici corrotti, i giornalisti zittiti o sparati, la polizia municipale al soldo dei narcos emergenti, i federali al soldo dei narcos storici, il governo controllato dalle valigette dei narcos. Il suggerimento non troppo politically correct di un governo Usa interessato al dialogo con il nuovo governo mexicano, disposto a chiudere un occhio, pur di fare bella figura sui media. Che il problema è sempre di chi vende e mai di chi compra. Che i media e i politici ormai si interessano prima di comunicazione che di sicurezza. In poche parole il wrestling imperante, senza giusti e senza migliori, solo schiavi degli interessi globali. Perché la droga è diventato un fattore dell'economia, a cui nemmeno le banche possono rinunciare. Volendo essere pignoli, una unica ingenuità: il presentare le proteste popolari come spontanee, staccate da ulteriori calcoli strategici. Non capita solo coi liberal americani, per cui non coglie impreparato il lettore. Ma ce n'é a sufficienza, fra stile struggente, umanità devastata, buco nero dell'anima grande abbastanza da dare a questo lavoraccio un bel dieci abbondante.

Salvatore Striano - Teste Matte

voto : 9  

Nei Quartieri Spagnoli "camorra" non è un nome, ma un atto, quello di imporre la tangente su ogni attività, negozio o furto. I cuginetti Sasà e Totò crescono nelle strade di questa Napoli frazionata in clan, ma non si vogliono arrendere a queste regole disumane, all'umiliazione di vedere imporre alle famiglie, agli amici, alle mamme la paura e la rassegnazione. Avranno tutti contro, fino a doversi unire a ragazzi simili a loro, dando vita a una rivoluzione nella rivoluzione, minacciati dai boss di turno e braccati ad ogni angolo da killer inviati da coloro che non accettano chi non piega la testa.

James Baldwin - La Stanza di Giovanni

voto : 9  

Per stile, tematica e ricerca introspettiva, il miglior libro letto quest'anno, a pari merito con QUARUP, (escludendo il new entry Cartello che considero fuori scala e fuori contesto puramente letterario). Farsi coinvolgere dai personaggi è una questione personale, ma la capacità di Baldwin di descrivere la nascita e la consistenza delle sensazioni e la vividezza delle lacerazioni interiori è innegabilmente magistrale, senza infingimenti, solo attraversata da quella comprensibile ritrosia verso le scene di sesso che non evitò all'opera di venire aggressivamente attaccata dai benpensanti moralisti dell'epoca. Molte frasi e immagini ti rimangono scoperchiate come bare, mentre i vermi del perbenismo fuggono alla luce dell'evidenza che "...per essere davvero spregevoli basta essere sprezzanti nei confronti del dolore degli altri"...

Antonio Callado - QUARUP

voto : 9  

Romanzo fiume sul Brasile degli anni '50, visto dagli occhi di un prete amante dell'Amazzonia, luogo dove desidera creare una missione, ma che tergiversa per paura di lasciarsi traviare dalle nude indie, conoscendo l'amore carnale e quello spirituale attraverso le donne.

Le abitudini e i vizi della borghesia, le cricche politiche e ministeriali, le feste, le droghe e il libertinaggio di questo grande paese non lo risparmieranno, fino a farne un profondo conoscitore del corpo femminile, attraverso il quale si donerà completamente al suo grande paese, sostenendone le rivolte contadine. In primo piano ci appare la costruzione della mentalità post coloniale, la corruzione, gli ideali, i guadagni sulle spalle del territorio. Cose che gli fanno dire dell'Amazzonia: Dio è sbarcato qui che è già morto da un pezzo.

 

Alan Bennett - La Cerimonia del Massaggio

voto : 9   

Ai funerali la gente piange soprattutto per se stessa. Ma era di Dio che padre Jeoffry non si fidava, perché la principale caratteristica della divinità è sempre stata l'ironia.

Una commemorazione funebre tanto british diviene l'occasione per ricordare le vere abilità di David, abile massaggiatore morto tragicamente giovane. La chiesa del cimitero è gremita di attori, cuochi e ministri, che piano piano si trovano a rivivere i momenti migliori passati con questo giovanotto dalle mani fatate...

 Da uno dei maestri del panorama teatrale londinese, una godibilissima opera caustica e provocante.

 

Adam Langer - California Avenue

voto :  7 

E' come passeggiare giù per la strada di quartiere tutto il giorno, giorno dopo giorno per tutta la durata del libro. Che fu salutato come un'opera affascinante, visto che ce n'era bisogno. Purtroppo io, non avendo preparazione in merito alla tradizione letteraria ebraica americana, non ci ho trovato qualcosa che mi prendesse.

Michael Chabon - Le fantastiche avventure di Kavalier and Clay

voto : 7  

Sulla validità del romanzo, e la sua comparsa fra i migliori del decennio, non ho titolo di dire la mia. Mi sono però annoiato aspettando qualcosa che lo facesse decollare. Matafore, modernità pop e fumetti si uniscono in un caleidoscopio che non lascia mai tranquilli.

John Sandford - Gli Occhi della Preda

voto : 8  

Servendoci la prosa asciutta e chirurgica tipica di un giornalista di cronaca nera, la narrativa di Sandford ci risolleva dalle tristi pagine che la letteratura del genere ormai ci propina. Killer dall'istinto cattivo, professionisti della doppiezza, immersi nel dove dare un senso alla proprie miserabili vite. E spogliati in maniera magistrale dalle pennellate senza fronzoli di un maestro del noire.

Potrei dare un voto più alto, ma non voglio bruciarmi gli altri titoli di questo autore noir che ho scoperto in e-book, e che ora è divenuto uno dei miei preferiti. Le descrizioni asettiche dei pensieri dei personaggi sono il tocco migliore, e fanno svettare la trama, le azioni, le chicche descrittive.

Farenheit451 - Storie in Viaggio

voto : 6  

Raccolta di varia autori che si sono dedicati al racconto di viaggio, l'approdo, la destinazione, la scoperta di sé, il gusto dell'avventura, le speranze dei nostri giorni.

Patrick Charlier - Frasario

voto : 7  

I dialoghi e la situazioni di viaggio tradotte nella lingua spagnola, con le varianti sociali e tradizionali dei paesi che la adottano: Chile, Venezuela, Cuba, Argentina.

Marco Malvaldi - La battaglia navale

voto : 7  

In questo caso capisco la differenza fra un romanzo giallo italiano e uno straniero. Qui l'autore deve farsi sentire coi suoi giudizi, le battute salaci, i commenti arguti. Gli stranieri si mettono dietro e lasciano che la vicenda prenda corpo, si sviluppi e  domini il campo come un film d'azione e di suspense, buono se non ti accorgi della sedia scomoda. E' il mio primo approccio ai vecchietti del bar, adesso so come affrontarli.

R.N.Patterson - Il Patto Violato

voto : 8  

Onore, sintomi da stress post traumatico, guerra di Iraq, adulterio in caserma, famiglie di carrieristi militari. Una visione panoramica di ciò che cambia in un mondo pervaso da forti resistenze morali. Narrato da un autore di legal thriller famoso per aver preso parte all'inchiesta del Watergate.

Daniel Silva - L'Inglese

voto : 8  

Restauratore di origini israeliane, molto più morale di Bond, l'eroe di turno segue gli eventi con passione, inseguendo i quadri trafugati in Europa che i nazisti nascosero nei forzieri degli gnomi. Il Thriller vaga fra Zurigo e Venezia, anche se dando più peso agli avvenimenti storici che ai paesaggi. Molto di Svizzera: montagne, banchieri, neutralità pelosa: se fossi svizzero me la prenderei un pochino. Ma la storia è storia...

Darinka Montico - Mondonauta

voto : 8  

Darinka è una ragazza bionda di 35 anni. Non è straniera, non è matta, non è figlia di papà. Semplicemente ama viaggiare da sola da quando aveva 19 anni. In bicicletta, o a piedi, ospitata e ospitando sogni e speranze, incontrando albe e romanticismo, affrontando differenze e pregiudizi, seminando sguardi e ricevendo occhiate a vagonate, logorando i luoghi comuni e piantando piccole soddisfazioni intorno al mondo.

Dag Tessore - Dialogo sull'Islam

voto : 7  

Padre e figlio musulmani dialogano sull'Islam, assodato essere questo un tema attuale e scottante. Chiarificano la propria visione non fanatica, già più facile nel loro temperato Marocco. Le citazioni dei versetti del Corano sono per lo meno benevoli. Sul sottofondo rimane la domanda: chi può essere tanto preparato da non uniformarsi al volere della shari'a intransigente decretata dagli ulema medievali, a cui oggi i centri di potere si rifanno?

 

Riza - 100 virtù di aceto e argilla

voto :  7 1/2  

Curare il raffreddore e l'insonnia, pulire la cucina e le impurità del corpo, aiutare digestione e metabolismo, lenire artriti e infiammazioni. Combattere ansia, carie, zanzare, mal di gola  e ferite batteriche. Sono veramente molte le proprietà di questi prodotti naturali tramandate dall'utilizzo popolare, che consentono di evitare l'uso di prodotti industriali costosi e aggressivi. Questo utile manuale mi ha realmente ha consentito un upgrade comportamentale.

Giorgio Fontana - babele 56

voto :  6 

Seguire la linea di un bus nella via di Milano è una buona idea, per raccontare le nuove presenze. "Racconto solo le loro storie", dice, benissimo. Ma senza una contestualizzazione culturale. Il tunisino racconta il suo sbarco a Lampedusa, prende un treno fino a Padova senza pagare il biglietto, non parla italiano, spaccia, va in prigione ma spergiura di essere innocente. Le storie sono solo cose che vengono fuori dalle loro bocche, senza una statistica, senza un confronto fra le etnie, un approfondimento le abitudine al loro paese per capire che forza li spinge a sopravvivere qui dove le regole sono aggirabili. E' un versare immagini di colore, scatti etnici col cellulare. Assist a un'idea, dove le parole cattive sono tutte per la destra retorica razzista xenofoba e quelle buone solo di sinistra, meticciato quando gli albanesi eravamo noi solidarietà luogo condiviso. Le storie raccontate solo da un lato sono belle. Adatte a lettori solo da un lato.

Oriana fallaci - Insciallah

voto : 8  

La visione del primo impatto italiano con l'islam, quello dei giovani militari in una Beirut trasformata da Svizzera del Medioriente a rovine e trabocchetti lottizzati. Un romanzo che parla dell'impreparazione, della distruzione, dei patti scellerati, delle ragioni che sono sempre intrise di sangue, che si fa insomma molte domande più che cercare risposte. Perché di fronte alle posizioni culturali estreme, alle giustificazioni sanguinose, alle rivendicazioni storiche e religiose, rimanga da preservare almeno ciò che resta delle macerie dello spirito umano.

 

Bret Easton Ellis - Le regole dell'Attrazione

voto :  8 

Il punto di vista narrante è multi-personaggio, ragazzi e ragazze di buona famiglia vivono in presa diretta le esperienze di incontro, desiderio e sballo in un campus americano, come una serie di clip video che hanno come punto focale il passatempo, gli amori e disamori, le illusioni e le delusioni. Sesso e scambio di compagni, erezioni notturne e diurne, esperienze saffiche e omo che rispondono al solo stimolo dell'attrazione momentanea, baci e sniffi di coca, corse in auto e tentativi di suicidio, lezioni, mensa, musica e soprattutto feste e orge. Rimane il senso della mancanza di direzione, unita alla sregolatezza disinibita e all'acceleratore che spinge il là ogni limite, ma anche di una ricerca moderna del testimoniare la creazione dei pensieri all'interno dei cervelli degli studenti americani degli anni '90.

Brad Meltzer - Il Decimo Giudice

voto : 8  

Incalzante, spiritoso, appassionante. Numerosi caratteri spiccano in questo thriller che lo differenziano dai gialli di settore, in primo luogo la Corte Suprema sostituita ai classici tribunali, poi la presenza di un gruppo di amici che si comportano come fossero il soggetto principale. Curioso rimanere attaccati alla vicenda in mancanza di un delitto, cosa questa inusuale, ma che rende l'opera ancora più pregevole.

I.De Oliveira - Conversazioni

voto :  6 1/2 

Presentazione della giornata in due lingue, domande, confronti, verbi e vocaboli. Per approfondire una lingua non occorre sapere tutto, ma solo ciò che propone il quotidiano.

Erik Kuehnelt - Liberals

voto : 7  

In questo saggio sul misunderstanding del termine Liberal americano, lo studioso viennese elenca le fasi storiche e le propensioni del pensiero "liberal" di sinistra, creatosi con l'analisi confusa del progresso della società Socialista dell'Unione Sovietica, degli errori insiti nell'ugualitarismo asettico, asservendosi di concetti moderni quali il relativismo, la supponenza, l'influenza sui mass media, la propensione a non perseguitare i criminali, all'eliminazione dell'identità religiosa, la soppressione dell'unità familiare e sessuale, il buonismo. Termina con la certezza che "il dubbio educato non salverà il mondo".

 

Jean Genet - Notre Dame des Fleures

voto : 7  

Alla sua uscita fu decurtato delle frasi sconce, delle immagini del sesso indicibile. Ma oggi, riproposto in versione integrale, consente di liberare il lettore moderno dal paraocchi della convenienza morale e fa capire che un autore, un punto di vista, sono creativi e utili al dilà dell'obbligo di chi le novità non le vuole vedere o sentir nominate. I ladri, i papponi, i travestis dei miseri sobborghi francesi del primo novecento sono narrati e rivivificati dalla fantasia onirica di Jean Genet, mentre egli stesso era chiuso in prigione.

 

Frank Schatzing - Il Quinto Giortno

voto : 8  

Il mare e le sue creature si ribellano all'uomo. In questo lunghissimo romanzo, un po' presagio e un po' fantascienza, pieno di spiegazioni tecniche, di teorie e di nozioni utili alla comprensione di ciò che bolle negli oceani, si entra nella dimensione acquatica del mondo. Molti personaggi, molte teorie, molta suspense.

 

Totò - Parli come badi

voto : 7  

La verve dialettica del principe de Curtis tratte dai suoi innumerevoli film.

 

Umberto Miletto - Metodo Calisthenics

voto : 7  

Le dinamiche e le tecniche del metodo di allenamento e fortificazione con gli esercizi a corpo libero.

Didier Daenininckx - Di contrabbando

voto :  7 1/2 

Passerelle di invenzione tra due blocchi di realtà: un rapinatore chic ucciso tra le fiamme di un Concorde, il più snob dei velivoli; una mocciosa dell'Est attraversa clandestinamente l'Europa per contestare a Zidane e Ronaldo le loro scarpette frutto del lavoro nero minorile, dando così vita alla prima finale mondiale a piedi nudi; le aspirine divise da una sottile linea a metà in onore di un ghigliottinato con dolor di testa. Queste alcune delle chicche di uno degli eredi del noire francese.

Falso - Russ Kick

voto :  8 

Elenco di fatti di cronaca e di temi di attualità che i media ci hanno passato con un crescendo di conformismo ma che, analizzati con un punto di vista critico e con un pizzico di ricerca sul web, lasciano perlomeno sospetti.

 

J.Carol Oates - Sexy

voto :  7 

Politically correct, propone i turbamenti del giovane Darren, timido leader scolastico sexy stimato e desiderato,alle prese con le insicurezze dell'adolescenza, le civetterie delle ragazzine, le sfide dei compagni sportivi, la cattiveria dell'invidia e della vendetta. E' una specie di Harmony in versione edulcorata, adatto anche alla lettura di ragazzi di sedici anni, anche se per un lettore più maturo, nonostante alcuni scorci struggenti, trattiene eccessivamente il piede sul freno, senza mai decollare come un vero romanzo dove tutto si mette in gioco,arte narrativa compresa.

Curarsi con la Naturopatia - Catia Trevisani

voto :  7 

Manuale pratico ed esaustivo delle cure per le maggiori malattie, intolleranze, disturbi e fastidi attraverso oli essenziali, piante e rimedi naturali, con spiegazioni di esperti.

L'Incredibile Menzogna - Thierry Meyssan

voto :  7 

Interessante prova editoriale attraverso la quale l'autore francese, servendosi di un sito appositamente costruito dal figlio, cerca di far passare per reali le ipotesi da lui stesso prodotte sull'attentato dell'11 settembre, assecondando la teoria della cospirazione dei poteri occulti americani. Il risultato è stato quello di rimpinguare il proprio conto in banca; chiaramente ognuno ha le proprie idee e la libertà di esprimerle, ma in questo caso trattasi di mera trovata editoriale.

 

Hindi by pictures - dictionary

voto :  6 

Gustoso dizionario pratico con disegni da correggere, pieno di esercizi e confronti e prove, fino a farti imparare che computer in hindi si dice komputara e la penna kalamara.

 

L'Verrà la morte e avrà i tuoi occhi - Cesare Pavese

voto :  7 

Raccolta di poesie pervase dalla pavesana constatazione che Lavorare Stanca. Tutta un'osservazione delle cose che intorno alla vita ai sogni agli sguardi gira. Fino a quando la morte verrà, e sarà come perdere un vizio...

 

Muhammad An-Nafzawi - Il Giardino Profumato

voto :  7 

Versione araba dei trattati erotici indiani, con consigli e rimedi per il funzionamento soddisfacente del coito. Il libro fece capolino con difficoltà nelle collezioni del cristianesimo europeo del XV secolo, dove il sesso significava peccato, mentre dimostrava già all'epoca una visione benevola nell'islam, tanto da lodare Dio per aver messo "il piacere nelle parti naturali della donna, assegnando all'uomo il compito di darle il massimo godimento". Il contrario del peccato, l'esaltazione del sesso come opera meritoria del Creatore. Anche se, da un punto di vista maschilista così integrale che, più che indignare, fa sorridere.

 

Fernando Pessoa - Pagine Esoteriche

voto :  8 

Pochi sanno della passione di Pessoa per l'esoterismo, per il quale tutto è trovare qualcosa, anche perdere è trovarsi ad avere una cosa perduta. Niente si perde; si trova soltanto. Sentire è cercare, come la sensibilità è la quarta dimensione degli oggetti, la loro facoltà di essere sentiti.

Notevole anche la trasposizione degli stimoli fenomenici sulle proprie azioni artistiche, persino l'intrusione con fastidioso tempismo laddove "tutto quanto veramente pensiamo e sentiamo, tutto quanto veramente siamo, subisce quando lo esprimiamo anche solo a noi stessi, l'interruzione fatale di quel visitatore che siamo noi, di quella personalità estranea che ciascuno di noi ha in sé, più reale, nella vita, di noi stessi, la somma vivente di ciò che impariamo, ciò che pensiamo di essere e di ciò che desideriamo essere".

 

Tom Rob Smith - Child 44

voto : 8 1/2   

Romanzo thriller di notevole spessore, trama ben congegnata e impianto narrativo poderoso. L'autore mostra una propensione al racconto cinematografico, alla sceneggiatura più che alla letteratura, promuovendo un ritmo serrato anche nel proporre la macerazione interna dei protagonisti. Attraverso i suoi personaggi viviamo l'agghiacciante clima della pressione stalinista in Russia, un regime nel quale "...l'efficienza era molto più importante della verità."

Il Dio della colpa - Michael Connelly

voto : 7 1/2  

Un nuovo personaggio incalza sulle pagine dello scrittore Connelly dopo aver mandato in pensione il famoso detective Harry Boch, e calca i tribunali di Los Angeles. La scrittura è buona, l'avventura calibrata con suspense e caratterizzazione delle disgrazie personali dell'eroe, come si addice al classico thriller, ma con una nota dolciastra di successo.

Lungo la strada - Aldous Huxley

voto : 6 1/2  

Annotazioni di un turista in visita a numerosi paesi d'Europa, gli Appennini italiani in una Citroen 10 Hp, le considerazioni sulla battaglia fra scienza e teologia dogmatica che accompagnano una passeggiata a Imola; la visita ai castelli di Bruges, I violenti contrasti della città di Birmingham situata nei neri tentacoli del Warwickshire, le scintillanti acque azzurre che spiccavano nelle nere colline contro il cielo blu e oro. Guide scritte e guide illustrate a confronto, l'osservazione della vita sfaccendata di Montecarlo, sospettando che l'aumento del tempo libero, senza un adeguata crescita dei balletti, dei film, delle corse dei cavalli, dei casinò e del calcio, avrebbe portato le classi lavoratrici alla stessa noia di quelle agiate.

Je Ne Regrette Rien - Pierre Sergent

voto : 7  

Il racconto truce, commovente e orrendo delle azioni dei paracadutisti francesi della legione Straniera in terra d'Algeria contro il FLN, Fronte del Liberation Nationelle meghrebino ma anche i villaggi di donne e bambini, le imboscate, le vendette, le torture, la sopravvivenza emotiva necessaria insita nella forza muscolare e psicologica di giovani arruolati per evitare il carcere, la devastazione fatta in nome della grandeur, della superiorità culturale, della tranquillità domestica legata al potere coloniale e ai suoi usufrutti.

Notte Fantastica - Stefan Zweig

voto : 6  

Estasi di inizio secolo, il racconto di sentimenti ed emozioni provate con una sofferenza fisica depurata dall'assuefazione della modernità. Un profluvio interiore di sensazioni citate con dovizia di particolari: dolore, piacere, paura, terrore, rimpianto, e con una prosa d'altri tempi: "... osservavo il suo piede che, piccolo e delicato, faceva capolino da sotto l'abito bianco..."

Vendetta - Miss Black

voto : 7  

Pur non prendendo per letteratura seria i romanzi erotici, non si può non notare l'assenza di errori grossolani nella descrizione del quartiere Rocinha di Rio de Janeiro, cosa non così scontata. La mancanza di stucchevoli compiacimenti, il tratto asciutto e quasi fumettistico delle vicende rende questa lettura un accettabile passatempo.

La Spiaggia - Cesare Pavese

voto : 7  

Il punto di vista della vita e dei rapporti, attraverso il legame fra due amici, uno si sposa e lascia Torino, poi invita l'altro a Genova. L'andamento degli anni cinquanta con quell'inizio di mondanità, di ferie, di amicizie con le quali andare in giro in automobile, di ombrelloni, di gioventù, il desiderio di cercare qualcosa fuori e oltre quello che già si ha.

Podomanzia - Franco Copes

voto : 6  

Lettura del piede invece che della mano, dei tarocchi o degli astri, un modo divertente di giocare con gli amici.

Il Trattato dell'unità - Ibn Arabi

voto : 7  

La speculazione filosofica araba consente di avvicinare i lati spirituali di questa importante regione del Mediterraneo. Raramente appare in un testo descrittivo la considerazione del sé e dell'esistere nel proprio Creatore, delineando argutamente il pericolo di un "io" individualista e rivestito della propria considerazione. Il mio buio, ammette Muhyddin Ibn Arabi nel 1200, non ha nulla se non lui, solo lui. Allah era, e il nulla con lui. Se tu ammetti di non esistere conosci Allah, altrimenti no, altrimenti rischi di perderti nella brillantezza del tuo orgoglio. "Ora" è un'eternità senza inizio e senza fine. Ma se il mio buio è immutabile, senza divenire, mescolanza o divisione, possono esistere le cose mutevoli?

Poppy Z.Brite - Cadavere Squisito

voto :7 1/2  

Assolutamente politycally un-correct, omicidi seriali a scopo culinario. Nel contempo, una presentazione non renitente delle aspirazioni, delle giustificazioni e delle passioni di un mondo alla ricerca del premio edonistico che superi nel dolore anche la prosecuzione della vita. Un passo notevole dal famigerato Specialità della Casa di Stanley Ellin, e sicuramente più approfondito.

Miss Black - Sulla Parola

voto :7 1/2  

Affrontato inizialmente come uno dei soliti Harmony spinti, ho scoperto in questo libro privo di pretese intellettuali molti spunti interessanti. Più di altri, l'autrice riesce a farti entrare nei personaggi, nella vicenda del rapporto personale fra una poliziotta e un carcerato in libertà sulla parola, nella problematica sociale sottostante e nel caso personale connesso, portandoti avanti per un centinaio di pagine senza farti rimpiangere di aver perso il tuo tempo. Non mi vergogno a dire che ho letto qualche altro lavoro del genere, ma in quel caso la mia curiosità si era arresa dopo le prime venti righe..

V.S. Naipaul - Sull'Ansa del Fiume

voto : 8  

Africa delle foreste nere, delle migrazioni e dei sogni. Africa dei commercianti di ogni parte del mondo, arabi, europei, americani, inzuppata nello stato d'animo delle popolazioni locali in guerra per primeggiare, per comandare, per contrastare la politica coloniale con l'interpretazione altrettanto acerba e avvilente della la loro legge sanguinaria. Africa dove le epoche, le occasioni e le miserie si susseguono al ritmo dei tamburi, del sudore, dell'arroganza e dell'ignoranza, dove tutto cambia per rimanere sempre indefinito, dove l'unica costante è il placido scorrere del fiume.

Flat Slave - Chad Lose

voto : 7  

Bullying attitude is non uncommon today, and sometimes develops side by side of perverse satisfaction as a demonstration of charism and determination, especially in a society who depicts every deficiency of moral rules and human relationship with efficiency and details.

L'Ora Ibrida - Ketty Mars

voto : 8  

A dimostrazione che anche da un tema spinoso si può cavare qualcosa di pregevole, l'autrice haitiana racconta le giornate di un meticcio dedito alla vita di gigolò in una terra dove tutto è concesso meno essere poveri. Colore e profumi, progetti e resa alle necessità si dipanano nelle pagine lasciando la soddisfazione di aver vissuto un'esperienza degna di essere raccontata.

Mente Psicocibernetica - Marco D'Ardia

voto : 8   

Dopo più di vent'anni mi riaffaccio a un campo tanto interessante quanto proficuo per lo sviluppo personale. Il manuale è esaustivo di spiegazioni, collocazione nel panorama degli studi all'avanguardia sul funzionamento del cervello, dello stivaggio della memoria a breve e lungo termine, degli aggiornamenti sulle tecniche di PNL, di tecnica motivazionale, di esercizi di lettura veloce.

Week Away - Percy Ao

voto : 7  

Two times, one month after the other, a college group of friends go away for a spare week of study. What happens between them is the prodrome of what like will deserve them for their future of adult and formed men: sadic domination and psycologic and physical abuse from part of them, willinghly mental slavery from the weak one. While he description of the character is lacking of deepness, the intent to show where acts and disposition comes from is well depicted with accuracy by the raw style of the author.

Mi Chiamo Chuck - Aaron Karo

voto : 8  

Un diciassettenne alle prese con le compulsioni della gioventù, in bilico fra sfigaggine e speranze, amicizie e tragedie quotidiane. Un diario delle simpatiche scemenze e delle irresistibili emozioni dell'età più fertile della vita umana.

Il Giovane Torless - Musil

voto : 8  

Torless è finito nelle stanze anguste e tortuose della sensualità, non per un istinto perverso, ma per effetto di una situazione spirituale momentaneamente priva di meta, come capita a uno che nell'oscurità non sa più se stia ancora percorrendo la sua strada o se l'abbia persa, e dove e quando.

Nero Chic - Samuele D.

voto : 4  

Un senegalese con un grosso arnese decide di dedicarsi a un lavoro redditizio e poco impegnativo, tipo l'escort di lusso, non parla quasi italiano al dilà dell'apostrofare tutti con la parola "capo". Ma i suoi pensieri sono stranamente milanesi, come le sue esternazioni e la descrizione delle macchiette. Lavoro impreparato e incompetente, poco credibile ed eccessivamente compiaciuto. Niente più che una soddisfazione dell'autore. Sconsigliato. Unico pregio: Il Barbiere di Suez, quadro di Leon Bonnat in copertina.

Recensioni senza riverenze

Cosa leggere? Nessuno può dirlo. Se sia migliore l'Idiota di Dostoiewskj o il Centenario di Jonasson può deciderlo solo il lettore. Ognuno davanti a una storia e uno stile deve risolvere la questione da solo. Ammettere una autorità nella nostra biblioteca con il suo egocentrismo alimentato da boriose partecipazioni ai talk show, e lasciare che ci dica come leggere, cosa leggere e che valore dare a ciò che leggiamo vuol dire distruggere lo spirito di libertà che è il soffio vitale di quel momento sacro. In qualsiasi altro momento siamo costretti da leggi e convenzioni, ma qui non ne abbiamo.  Ma dobbiamo anche controllarci. Non dobbiamo dilapidare le forze in modo disperato e rozzo, allagando la casa per dare l'acqua a un cespuglio di rose.  Solo se accettiamo di essere intimamente onesti, potremo evitare di pretendere che una storia confermi i pregiudizi che abbiamo già. L'esperienza migliore in una lettura proviene dai nuovi spazi che ci apre.  Leggere è un processo molto più lungo e complicato del vedere, ma per questo consente di accompagnare più in profondità.  E in sé contiene già il privilegio di essere scopo.

(parafrasando Virginia Woolf)

 

in coda di lettura    

 

Meridiano di Sangue - Cormac McCarthy

J.G.Ballard - Il condominio

 

recensione delle letture del 2015  

recensione delle letture del 2014  

letture  - recensioni del 2013

 

Art of Hustling

archivio del vagabondaggio interiore

 

il mio buio      le mie teorie      il mio credo

ponte sospeso    memoria dei sogni    sangui diversi

nominare non è invano     terra in vista      invasioni e urla

pugni generazionali      nobili batteri      confine      sciare a sud

 

 

 
 

 

 

 

 

 

letture del 2016

letture del 2015  

letture del 2014  

letture del 2013

eBooks dove

 

archivio del vagabondaggio

 

pugni generazionali

nobili batteri

confine

il mio buio

sciare a sud

sangui diversi

ponte sospeso

memoria dei sogni

emozioni collettive

nominare non è invano

terra in vista

invasioni e urla

stimoli e libri

 

 

 

 

 

 

 

 

Blog 2012

Blog Braz 11

Blog Braz 10

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 07

Blog Braz 06

 

 

 

 

 

 

Nulla è mai come ti viene detto. Cerca sempre altre informazioni. Ma se vuoi la percezione di prima mano, vai in loco e scava con le tue unghie. Poi, per avere una visione panoramica e non coinvolta, allontanati e osserva in prospettiva.

 

 

 

 

Una Risata

 

 

°°°o0§0o°°°

 

About

 

 

 

°°°o0§0o°°°