Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 
 

HOME

 

 

 

 

ORA IN EBOOK

 

 

 

 

viaggiare  sicuri

 

Qi quotidianoitalia

Prostituzione Primo Wrestling del mondo

 

Guía turistica

 

 
 

e-B o o k    e    l i b r i

 

 

 

"Un libro deve essere una scure per il mare ghiacciato dentro di noi..."

Franz Kafka

Nei paesi nordici continua la tradizione di iniziare a leggere ai bambini ad alta voce, così da rendere potente la visualizzazione creativa che non li abbandonerà mai. Purtroppo nei paesi meno abituati, chi non legge non danneggia solo se stesso: opera una scelta che impatta sulla realtà che lo circonda.

Chi non legge inaridisce anche te: digli di iniziare.

 

Le mie letture a ottobre 2017  -  (51)

 

 

 

Roslund&Hellstrom - Due Soldati

voto : 8 

La Norvegia ha dato al noire numerosi autori, che l'onda lunga di Stieg Larsson ha permesso che venissero consegnati al resto del mondo. Fra questi la coppia Roslund e Hellstrom ha un posto preminente, con le sue storie violente e ben congegnate, e descrizioni minuziose ed asciutte, che rendono la lettura un piacere a lungo ricercato.

 

Peter Handke - L'ambulante

voto : 7 1/2 

Un maestro tedesco nel trhiller, davanti al quale occorre togliersi il cappello, anche perché la scrittura non è mai ripetitiva, ma assume spesso un carattere di innovazione che non riscontriamo in nessun altro autore.

 

Camilla Lackberg - La Strega

voto : 7 

Siede nell'olimpo degli scrittori nordici, a buon diritto a detta di molti. La mia impazienza quando leggo una scrittrice donna comunque mi impedisce di apprezzarla, perché le descrizioni di amiche e comportamenti dei vicini è troppo sensibile, e rimane invadente nella mia mente durante la lettura.

 

Jonathan Coe - la Famiglia Winslow

voto : 7 1/2 

La minuzia con la quale Coe descrive i personaggi e le loro percezioni dell'universo circostante, la satira e l'attenzione alle questioni sociali lo hanno giustamente collocato fra i grandi della letteratura inglese. Probabilmente dovrò digerirlo meglio in seguito, con altre letture.

 

Lin Wellford - Dipingere le Cse sui Sassi

voto : 7 

Un manuale pratico che servirà a chi deve passare il suo tempo con la realizzazione di curiosi oggetti composti di pezzi di natura. Originale e degno di nota, non nego che ci farò un pensierino.

 

Hugues Labiand - Dixie Road

voto : 8 

Dico subito che si tratta di una storia in versione Comix, ma non per questo evito di farne una recensione. La vicenda è piacevole, cattura il taglio veloce che non si nega momenti di profonda riflessione, la narrazione prende forse più di certi romanzi pretenziosi, e inoktre denota un lavoro intenso e coriaceo. Sembra un noire.

 

Lucia Ciattaglia - I Love Spezie

voto : 7 

Immancabile vademecum per capirne le proprietà benefiche, gli usi appropriati in cucina, gli abbinamenti con le varie pietanze.

 

Jo Nesbo - Scarafaggi

voto : 8 

Se uno rimpiange Stieg Larsson, può trastullarsi con Jo Nesbo. Una delle prime avventure del detective norvegese Harry Hole, tradotta solo di recente in italiano, ci porta fino a Bangkok. La scrittura ci catapulta lentamente dentro un bagno di sudore e reticenze, fra il caos e le contraddizioni di una delle maggiori metropoli asiatiche, complice anche le sbornie postume del personaggio. Nonostante la mancanza di orientamento voluta dai superiori, la narrazione afferra per il bavero e ci trascina a perdere tempo fra le bancarelle, la calura, gli scarafaggi grandi e piccoli. Chi conosce l'oriente si sentirà gratificato, sorridendo persino dei luoghi comuni locali, fra tutti quella che "i farang (gli stranieri bianchi) sono tutti uguali..."

 

Paolo Roversi - Boeing 777

voto : 7 1/2  

Inusuale e simpatica la ricostruzione della scomparsa del Boeing sui cieli della Malesia di qualche anno fa. La suspense e l'intuizione reggono, anche perché regge il mistero fino ad oggi. In quel periodo in Malesia c'ero, ho vissuto la disperazione e le domande senza risposte della gente e dei parenti delle vittime, le manifestazioni di vicinanza delle persone nelle piazze e nei centri commerciali, le interviste delle tv e le firme di cordoglio lasciate sugli striscioni, per cui ho apprezzato particolarmente questo sforzo intellettuale.

 

Susan Albers - Vincere la fame nervosa

voto : 7  

Una sfida che aiuta laddove le diete e la ragione si infrangono. Un manuale che allinea casistiche e motivi, suggerisce posture e approcci, lasciando una speranza nei soggetti colpiti da questa stressante debolezza,

 

John Updike - Brazil

voto : 8 1/2  

Costumi e nudità, amore e impertinenza, vastità e destino. Un baccanale di innocenza e sessualità dolorosa come la fame, ambizione e perenne destinazione, ritmi corporei e disperazione orgogliosa. I cieli e le case della favela, la presenza del Tristano nero e muscoloso, l'irrequieto amore della bianca Isotta,e una Copacabana che è al contempo democratica e pericolosa. Un romanzo classico e al ugualmente geografico, una poesia ammantata della granmdezza di Euclideas da Cunha e del racconto antropologico di Levi Strauss, per passare attraverso le guide Lonely Planet, fra sole e musica e onde spumeggianti e fastidiose foreste, fino alle grandi visioni di lande solitarie del Mato Grosso e dell'Amazzonia, dai quartieri anonimi di Sao Paulo alle miniere d'oro a cielo aperto ai santoni delle grotte innevate, inseguito da ladri, approfittatori, pistoleri, indios codardi, tanto che quando ritorna nell'affollata Rio o nelle tristi case di Brasilia ti par quasi di trarre un sospiro di sollievo. Un libro che amerà chi il Brasile lo conosce, ma anche chi sa apprezzare una scrittura poetica e umana.

 

David Leavitt - Ballo di FAmiglia

voto : 7 

Ognuno ama quello che può, la descrizione minuziosa dei dialoghi e degli accadimenti giornalieri può sembrare superflua, ma non che ci sia molto di più, però è proprio la normalità delle tragedie personali, il fastidio del quotidiano, del nulla che accede, a riempire di angoscia. Il racconto minimalista ha ispirato gli anni '70, meno male che all'epoca mi dedicavo a qualcos'altro.

 

Bisignani - L'Uomo che Sussurra ai Potenti

voto : 7 1/2  

Non perde mai la pazienza, come il suo mentore Andreotti. Sa tutto di tutti e di ogni affare italiano. Su ogni vicenda ha il punto di vista di colui che conosce direttamente i protagonisti al punto da saper intuire, se non lo sa già per certo, il panorama attorno al quale si è sviluppata la strategia della quale noi semplici mortali semplicemente osserviamo ignari gli effetti. Grazie al suo passato di giornalista dell'Ansa, e dei grandi personaggi al cui fianco si è formato, può fare le pulci anche alle realtà che ormai sono uscite dai binari della logica, pur senza che la maggioranza se ne sia accorta, ma con citazioni da aplomb inglese, del tipo: L'informazione è corretta solo se fornisce tutti gli elementi per consentire al lettore di formarsi un'opinione...

 

George Pelecanos - Strade di Sangue

voto : 8  

Un thriller della fine degli anni 90, il mio primo Pelkecanos, un dovere di lettura per creare quella lista infinita di autori piacevoli e di valore: Esperimento riuscito. Sebbene non a livello dei migliori Thompson e Cook, il caro George di origini greche dimostra di saper dare al lettore ciò che chiede: intrattenimento, suspense, mordente, voglia di sapere come va a finire. E lo fa con uno stile privo di inutili compiacimenti. I personaggi sono caratterizzati per quello che servono, senza eccessi, la vicenda è limpida e coinvolgente, le citazioni musicali colte e complici come piaceva all'epoca. Buono per un paio di giorni sotto l'ombrellone.

 

McIlvanney - Come Cerchi Nell'Acqua

voto : 9  

In una Glasgow in mano alle bande di energumeni feroci ma inzuppati nella loro logica etica, McIlvannery ci spiattella un succulento  thriller più cerebrale e colto che truculento, con citazioni e paragoni che si alternano con studiate indagini, dove il dialogo e le analisi sociali indubbiamente recitano la parte migliore. Sembra che il delitto finisca per diventare un accadimento inarrestabile, un pretesto per specchiarci ognuno nella nostra realtà, immersi nel brodo di abitudini e strade affumicate. "Se tutti potessero svegliarsi domani e avere il coraggio dei loro dubbi, il nuovo millennio sarebbe cominciato. Credo che ciò che ci distrugge siano le false certezze. E purtroppo c'è gente che ne è piena." "Quello sguardo parlava di vent'anni di matrimonio e trasmetteva informazioni in codice più complesse di quelle dei servizi segreti." Potrebbe fare la sua bella figura come serie ulteriore del blasonato True Detective. A mio giudizio, almeno un voto pieno sopra la media dei migliori professionisti internazionali del Thriller.

 

Odifreddi - Hai vinto, Galileo!

voto : 8  

Il dibattito tra scienza e fede è datato, ogni parte in causa cerca di aggiungere farina al proprio sacco. Il merito di Odifreddi è di riuscire a spiegare con semplicità le astruse e a volte seccanti diatribe che hanno opposto nei secoli i diversi campi. Ci presenta un Galileo tutt'altro che rinchiuso nel suo mondo, aperto alle scoperte che iniziavano a percorrere i laboratori e le accademie degli studiosi e degli scienziati dell'Europa in preda al desiderio di comprendere. Veniamo a conoscenza delle sue inclinazioni letterarie, come della curiosa vita di altri studiosi dell'epoca, Giordano Bruno fra gli altri, che lasciarono un segno tangibile della loro cultura, fosse chiara o annebbiata. Ne viene fuori una visione comprensibile e fruibilissima della posizione del pensiero e del dibattito scientifico e della Chiesa che all'epoca lo avversò, ma neppure oggi riesce a far ammenda completa della propria violenta ingiustizia, tutta incline a salvaguardare il proprio territorio di pascolo.

 

Confucio - Dialoghi

voto : 7 1/2  

Desiderio e impegno di Confucio non fu quello di innovare il pensiero religioso e spirituale dell'epoca, quanto di organizzarlo attorno ai modi di comportamento e alle direttive corrette per la vita individuale e sociale che nei secoli i saggi e i maestri erano riusciti a secernere.

 

Marescalchi - Vita da Cuoco

voto : 7 1/2  

In un'epoca di fruibilità mediatica, appare utile trovare un testo che racconti in maniera piana e senza eccessive iperboli il percorso di un cuoco, dalla scuola agli impegni, dalle speranze ai successi, lasciando attraverso la sua esperienza personale le chiavi per costruire ognuno la propria esperienza culinaria, nei piatti e nelle discipline gastronomiche destinate a rendere l'Italia una vetta in questa disciplina.

 

Giulia Cogoli - 100 Parole per la Mente

voto : 7  

Diversi scrittori, giornalisti e letterati si esprimono sulle parole e le immagini letterarie che costituiscono il nutrimento della nostra mente.

 

Lorenzo Vitale - Liquori fatti in casa

voto : 7  

Manuale pratico per la creazione di liquori a base di infuso, creme, alcol, grappe.

 

Mark Boyle - Moneyless Manifesto

voto : 7  

L'epoca attuale oramai crede al denaro come a santa Claus, ma io e te siamo separati, perché il denaro e l'idea del denaro è individualità. Quando i fiumi che amiamo saranno senza pesci e gli oceani pieni di inquinamento, quando l'invasione delle foreste sarà completa, quando l'aria sarà irrespirabile e morta come un deserto, tutto quello che ci rimarrà sarà il denaro. Una economia senza denaro, nella quale preoccuparsi di figli e anziani, di alimentazione e di altre necessità sia una consapevole donazione reciproca, come la relazione delle molecole tra di loro. Perché chi dona è meno egoista e anche il baratto, in fondo, richiede meno insensato accumulo.

 

Michail Bulgakov - Il Maestro e Margherita

voto : 8 1/2  

Nulla da dire, gli scrittori russi sono il top, nelle descrizioni, nelle pennellate che sanno dare alla psicologia di personaggi, ai pensieri e ai sentimenti, alle paure e alle pazzie, alla stupidità e alla trepidazione, alle ombre e agli elementi, alla fantasia e ai panorami. Si capisce che avevano a disposizione grande mecenatismo, e un tempo che a noi è negato

 

Marco Vichi - Morto due Volte

voto : 7 1/2  

Un'indagine nel periodo del secondo dopoguerra, che mette insieme ebrei fiorentini e parlamentari Dc. Una vicenda italiana, una specie di storia televisiva, infatti è riproposta in calce anche la versione a fumetti. Un buon passatempo, per vedere come pensava e pensa tuttora la gente comune, coi suoi segreti, i suoi vizi, i suoi preconcetti.

 

Michele Ghilotti - Sei Storie Improbabili

voto : 6  

Improbabile anche l'effetto. ma si sa, la sperimentazione non si ferma mai.

 

Chris Adrian - Un Angelo Migliore

voto : 7  

Racconti moderni, personaggi giovani e con le ali in testa, desiderio di percorrere la propria strada nonostante il destino.

 

Cormac McCarthy - The Counselor

voto : 8  

McCarthy ci sa face con le follie del genere umano, e ci rappresenta in questo caso una girandola di balordi e di avidi, tutto il genere umano che noi già conosciamo, però inserendo quel pizzico di follia che porta la narrazione ben oltre la linea di ciò che ci aspettiamo. Freddezza e truculenza alla Tarantino, immagini magistrali e anche poetiche nella desolazione dei suoi deserti, seppur colorate rosso sangue e condite con altri pezzetti di carne umana. Deserti e drammi che il vento dell'avidità soffia spavaldamente fin dentro l'animo dei protagonisti. Non voto di più perché la formula non è quella del romanzo ma  quella del soggetto cinematografico, per cui rimando al ilm.

 

Michael Connelly - La strategia di Bosch

voto : 8 1/2  

Il detective Bosch ci ha accompagnato per buona parte della nostra vita e ora deve andare in pensione. Prima di farlo si lascia convincere ad accettare una girandola di Cold Cases, casi freddi che si avvinghiano l'uno all'atro in maniera imprevista e meritano di essere risolti. Lui sa farlo con lo spirito di sempre, quello del poliziotto con un'anima e un'integrità, costantemente dalla parte dei colleghi migliori, insofferente degli idioti anche se stanno ai piani superiori. Ci racconta nel frattempo la vita della città, il punto di vista nei confronti della vita che cambia, il punto di vista di un esperto della realtà di Los Angeles. Magari non sarà una scrittura da annoverare nella letteratura del secolo, ma i romanzi gialli hanno fatto la storia e ci sanno far compagnia splendidamente, soprattutto quando sono scritti bene come questo.

 

John Burdett - L'Uomo di Bangkok

voto : 9  

Un noire per raccontare la Thailandia dal di dentro, con il suo buddhismo, la polizia corrotta, la caccia alla demonizzazione da parte delle istituzioni occidentali che non conoscono la storia ma hanno i loro sensi di colpa e vogliono importi anche agli altri, il sesso come tradizione orientale, la transessualità, il rispetto, l'avidità, l'astuzia, le famiglie contadine e le guerre degli eserciti, la droga e le tribù delle montagne, la giada e i mercanti cinesi, l'amicizia e la reincarnazione... L'ho trovato strepitoso per la capacità di narrarlo al presente, per le spiegazioni dal punto di vista thai, per la coerenza dei personaggi vividi e credibili e per l'intrico della trama sempre sul piede di guerra, del traffico caotico della Città degli Angeli, dove una notte racchiude il mondo in un'ostrica, i bar sono templi ma le perle non sono gratis, dove puoi trovare una deità dentro ogni chiostro dorato e se sei fortunato è una lei...

 

Roberto Saviano - La Paranza dei bambini

voto : 6  

Adolescenza e camorra hanno prodotto più di un romanzo, ma se proveniamo da Teste Matte di Striano, o da Cazzimma di Crupi non possiamo che trovare questo lavoro di Saviano ripetitivo e legnoso. Racconta, sì, ma non decolla, entra nelle teste dei ragazzi ma solo dal di fuori, prende a prestito le vicende da storie di altri e persino da articoli di giornali spagnoli, insomma mi lascia insoddisfatto, mi sembra  pretestuoso forse perché  pensa che un lettore leggerà solo lui per via del nome.

 

Alan Bennett - Due Storie Sporche

voto : 8 1/2  

Due racconti gustosi come i bigné di un consumato pasticcere, che ingolfano il petto di risate soddisfatte e inebriano la mente. I due lunghi racconti sono farse e commedie insieme, dal gusto amaro se osservate con l'occhio del perbenismo, e proprio per questo piacevoli. Desideri voluti o inespressi che vengono alla luce grazie ai gradevoli imprevisti dell'esistenza, dissimulazione e meccanicismo che ha sempre a vedere con le passioni reprimibili ma in questo caso ben accette. E Bennett sa ritrarre con leggiadra maestria l'ipocrisia sociale e con una precisione narrativa priva di pedanteria, aggiungendo un immancabile pizzico di humor inglese.

 

Carver - Principianti

voto : 7  

Amore e dialoghi, descrizioni e suppellettili. Questi racconti brevi descrivono il mondo dell'amore fisico e dei sentimenti carveriano, che popola gli interni e gli esterni, le discussioni, le elencazioni e gli sguardi come fosse una videocamera lasciata accesa sul comodino della camera da letto, o sulla credenza della cucina.

 

Alessandro Golinelli - basta che paghino

voto : 7 1/2  

Non sarà un'opera d'arte narrativa, ma ha il pregio di descrivere il mondo e la psicologia della prostituzione maschile in modo accurato, narrando le amicizie fra i ragazzi di strada, le notti fredde agli incroci della periferia di Milano, la personalità dei clienti, il viaggio verso altre piazze europee in cerca del lavoro migliore, le etnie, le paure e le speranze.

 

André Aciman - Call Me By Your Name

voto : 10+  

E’ presto per decretarlo il miglior libro che abbia letto quest’anno, non siamo ancora a giugno, ma per la finale sospetto si sia imposto di prepotenza. D'altronde, i gusti sono una cosa personale, mentre il rispetto e l'attenzione sono comunque dovute a un'opera d'ingegno.

Quali i suoi atout? Una scrittura lineare, un vagabondare interiore condivisibile, l’assenza di spocchia e di grandeur, pennellate descrittive minimaliste e incisive, realiste, oneste. 
Il senso del tempo, il gigantismo dei problemi, la linea delle cose che passa attraverso sé e solo sé, tutto nell'adolescenza assume toni melodrammatici. Cresci, ti risponderebbe il mondo. Nel senso che più avanti capirai che il tempo ha il suo ritmo, così come il mondo e le cose hanno il proprio ritmo e succedono incessantemente riempiendo una giornata di mille informazioni, accadimenti e possibilità. Cresci, perché da adulto capirai che non tutto passa per il melodramma della gestazione delle proprie emozioni chiuse a chiocciola.
Schermaglie racchiuse in una antica villa della Versilia, fra pranzi in famiglia e ospiti che rallegrano l’estate che dipana fra musica e studi, partite a tennis e nuotate, gite in bicicletta e gelati nella piazzetta della cittadina.

Mattine e pomeriggi in paradiso, ore splendide traboccanti di sole e silenzio, studi di pianoforte e traduzioni di Ovidio, mentre fra i dubbi, il silenzio calava come un lieve scialle di lino.

Una storia di rincorse e pose, tormentato e struggente quanto può esserlo il domandarsi se di fronte a una attrazione inattesa e anomala dobbiamo nasconderci o buttarci, quando sai di avere i minuti contati, ma non osi contarli, quando la vita racconta che di fronte alle ferite rinunciamo a tanto di noi per guarire più in fretta del dovuto…

Chiamami Col Tuo Nome non è perfetto come nessun romanzo può esserlo, ma sceglie con gusto e suspense il suo gioco poetico, alternando l'esplicito e il leggiadro nel descrivere le avventure e i percorsi interiori di un ragazzo attratto da un giovane ospite americano, cingendo il lettore col flusso di coscienza del protagonista che alterna paranoie e fantasie, con gli improvvisi moti di fanciullezza assieme a quelli di disincantata saggezza, rappresentando quasi un'esperienza universale, filosofica e matura.

Ma soprattutto sorprendendo con il pregio di non mischiare assolutamente, fra i dubbi dell'adolescenza e dell'identità sessuale, il problema morale o religioso. Come se non esistesse proprio. Chapeau!

 

Leonardo Garofano - La Prepotenza Invisibile

voto : 7  

Cyberbullismo è una forma di Stalking legato ai personal media attuali, cellulari, social e community network. Per i giovani è un pericolo che preoccupa  (67%), più della droga (55%) e più delle possibili violenze da parte di adulti (47%). Il 50% delle vittime ha pensato di suicidarsi, l’11% ci ha tentato. Per gli altri, sono evidenti i segni di autolesionismo, disturbi del sonno e dell’alimentazione, stress, demotivazione, depressione. Si sviluppa attraverso battaglie verbali della durata certa o illimitata, molestie, ingiurie, estensione della persecuzione ad amici e conoscenti della vittima attraverso mail, social e messaggistica, hacking di numeri e dialoghi altrui tramite sottrazione di password e infiltrazione di programmi spia. Ce n’è per tutti i gusti, in questa società  dove la tecnologia è cresciuta in modo esponenziale, a scapito di una vera moria dei principi di educazione, rispetto ed empatia.

 

Alberto Riva - Il Samba di Scarlatti

voto : 8 1/2  

Conoscendo l'ambiente, non posso che apprezzare il lavoro di questo espatriato, abitante della blasonata città brasiliana. Ci ho ritrovato le strade e le usanze, il calore e le turpitudini di un popolo, i tic di un quartiere, la testardaggine di una genìa di compatrioti che ben si sono inseriti in un minestrone altrettanto torbido.  Nondimeno lo stile dell'autore è impeccabile, la trama si intreccia in addirittura tre minitrame ben congegnate; e nel tratteggiare il personaggio principale, un italiano che investiga su altri italiani, l'autore scarta il richiamo sia dell'eroe che dell'antieroe, per affidarsi alla onesta immagine della persona reale, con ruggini e memorie come ognuno di noi, proponendo una visione d'insieme perfettamente inserita nella realtà.

 

L.R.Carrino - Acqua Storta

voto : 8  

Vita morte e miracoli di un personaggio della camorra di Napoli, con le sue luci ed ombre. Un essere umano come altri, un prodotto della cultura locale, un esempio di uomo come se ne vedono ad ogni angolo di quartiere. Con le sue fisime, i suoi colpi di testa, i suoi limiti e i suoi amori. Anche quelli segreti, che si debbono nascondere alla moglie, per non mancarle di rispetto. A maggior ragione se l'amante è un uomo. Nessuna scusa, nessun rimpianto, nessuna menata. Si fa ciò che si deve, fin dove si può, sempre. Voce forte e stonata assieme, ci fa vivere a fianco del protagonista, inciampare nella sua parlata italiana che si macchia piacevolmente di dialettale.

 

Arlberto Giuffrè - Altra America

voto : 7  

Curiosità e amenità, accadimenti e sentiment girando per le città americane che hanno nome italiano: Venice, Palermo, Rome, Florence, Genoa, Naples, Milan, Verona.

 

Arrigo Polillo - Jazz

voto : 8  

Nascita e storia e autori del Jazz, con visione dei creatori ed esecutori che si fondono nella figura del solista; lo stile individuale, la qualità della voce strumentale e il modo di pronunciare e vibrare le note, la differenza nell'attacco, nel risolvere le frasi musicali, la peculiare concezione armonica e ritmica. E poi la battaglia di sempre, quella dell'eurocentrismo e della società americana dei bianchi che hanno rapinato il jazz africano per renderlo più appetibile ai propri gusti, sfornando pure esecutori e temi che hanno fatto storia.

 

Ali Smith - Free Love

voto : 7  

Brevi racconti sulla relazione tra soggetti, tra donne, tra corpi, tra istinti e tra ricerche.

 

Marco Lodoli - Snack bar Budapest

voto : 7 1/2  

Giallo italiano quasi onirco nella presentazione di balordi e sfigati, dementi e derelitti che non hanno altro futuro che andare a cercare di resistere, malvolentieri e spesso senza particolare successo. Un noire che non frena sulle scene macabre o impensate, né sul peso animale all'interno dei personaggi, tanto da staccarsi dai migliori esempi d'oltremare solo per  i nomi.

 

Charles Bukowski - Sull'Amore

voto : 8  

Le poesie di Bukowski sono sincere e prive di compiacimento, crude e fors'anche offensive del senso comune del pudore, ma non per questo offensive del pudore, della poesia, e soprattutto della sincerità.

 

Patricia Highsmith - Il ragazzo di Tom Ripley

voto : 7  

Il tentativo di proteggere un ragazzo sedicenne sfuggito dalla sua ricca famiglia. La difficoltà di capire la vita da parte di chi viene travolto troppo dalla propria immaginazione e dai propri sogni. Storia minore della saga di Ripley, un americano un po' malandro che nella sua vita ha ucciso per denaro e tuttora vive di piccole truffe. Lo stile arcaico si sente, molte descrizioni di inseguimenti sono ingenui, ma colpiscono tuttavia le idee sull'Europa e le ideologie politiche, viste attraverso il bagliori di una società al culmine del suo illusorio sviluppo, che l'autrice passa al suo soggetto, pregne di altrettanta illusione anni '60.

 

Jorge Amado - Santa Barbara dei Fulmini

voto : 7  

Oggetto di culto e pretesto per raccontare vizi e comportamenti del profondo Nordeste, la statua di Santa Barbara ispira menzogne e sotterfugi, ma dimostra di avere poca pazienza col genere umano più corrotto. Un continuo sguardo sul genere umano brasiliano, scritto dall'autore mentre era già a Parigi. Non una delle opere più accattivanti dello scrittore bahiano, ma pur sempre una divertente collezione di aneddotica.

 

Leopoldo Gasbarro - Soldi Sicuri

voto : 7 1/2  

Come resistere alla situazione di degenerazione bancaria attuale. Una visione realistica che non concede nulla alla paura, alle mediazioni politiche e sentimentali, al compromesso della resistenza di un mondo già decretato morto. Le banche sono in questa nuova era i dinosauri destinati a scomparire.

 

John Grisham - L'informatore

voto : 8  

Intreccio da classico giallo al quale siamo abituati, ma che leggiamo sempre con piacere. Non darei un voto più alto, sebbene il blasone di Grisham non cada in disuso, ma la trama ben congegnata rimane a livello di molte altre produzioni di ingegno giallistico, senza svettare più di tanto. Onore al vecchio.

 

Stephen Coonts - Hong Kong

voto :  7 1/2  

Molta visione dal punto americano, intrighi di ambasciata e comparazioni di culture, vita e panorami cittadini.

Spionaggio e trame incrociate senza infamia o speciale lode, se non quella di venire da un profondo conoscitore dell'area, subito dopo la riconsegna della ricca colonia ad una Cina affamata di affarismo.

 

Francesco di Fant - Linguaggio segreto del corpo

voto :  7 1/2  

A differenza di molti manuali che si rivelano insipidi raccogliticci di credenze popolari o saccheggio di internet, questo lavoro pone l'accento sulle diverse tipologie di comunicazione non verbale, attraverso le quali addivenire ad una consapevolezza più estesa delle reali intenzioni della persona con la quale stiamo comunicando.

Joel Dicker - La Tigre

voto :  7 1/2  

La sfida a un animale feroce che incute terrore nelle campagne cinesi, presa a pretesto per analizzare e sfoderare la ben più importante sfida con se stessi.

Sergio Quinzio - La Sconfitta di Dio

voto :  8  

Libello dalla struttura saggistica, che prende in esame le varie promesse fatte dal Supremo ai suoi profeti, così come ce li ricorda la tradizione cristiana e così come ci narrano i Vangeli. Promesse che sembrano assolutamente non mantenute.

Giuseppe Genna - Ismael

voto :  8  

Un poliziesco all'italiana giocato su diversi tempi, gli anni '60 dell'uccisione di Mattei, fino ai giorni nostri, a inseguire una organizzazione internazionale che ha tutto l'interesse a che l'Italia si sottometta alla dominazione culturale e poliziesca di oltre oceano.

J:G:Ballard - Il Condominio

voto :  7

Le aspirazioni, le illusioni e le lotte intestine di un manipolo di residenti in uno dei nuovi condomini ipertecnologici. La descrizione del brutale destino dell'uomo quando cerca di emanciparsi esteticamente, dimenticando l'animalità dei suoi istinti primordiali, magistralmente raccontato da un maestro del genere thriller.

 

Recensioni senza riverenze

Cosa leggere? Nessuno può dirlo. Se sia migliore l'Idiota di Dostoiewskj o il Centenario di Jonasson può deciderlo solo il lettore. Ognuno davanti a una storia e uno stile deve risolvere la questione da solo. Ammettere una autorità nella nostra biblioteca con il suo egocentrismo alimentato da boriose partecipazioni ai talk show, e lasciare che ci dica come leggere, cosa leggere e che valore dare a ciò che leggiamo vuol dire distruggere lo spirito di libertà che è il soffio vitale di quel momento sacro. In qualsiasi altro momento siamo costretti da leggi e convenzioni, ma qui non ne abbiamo.  Ma dobbiamo anche controllarci. Non dobbiamo dilapidare le forze in modo disperato e rozzo, allagando la casa per dare l'acqua a un cespuglio di rose.  Solo se accettiamo di essere intimamente onesti, potremo evitare di pretendere che una storia confermi i pregiudizi che abbiamo già. L'esperienza migliore in una lettura proviene dai nuovi spazi che ci apre.  Leggere è un processo molto più lungo e complicato del vedere, ma per questo consente di accompagnare più in profondità.  E in sé contiene già il privilegio di essere scopo.

(parafrasando Virginia Woolf)

 

in coda di lettura    

 

Un Mondo battuto dal vento - Jack Kerouac

Il Grande salto - Mahi Binebine

Arabia Deserta - Charles M:Doughty

Meridiano di Sangue - Cormac McCarthy

La Tragedia del Diavolo - Sadik Al-Azm

Kendo - Takuan Soho

 

recensione delle letture del 2016

recensione delle letture del 2015  

recensione delle letture del 2014  

letture  - recensioni del 2013

 

Art of Hustling

Per chi ama il Brasile a tinte forti, fuori dai luoghi comuni turistici

    

LA CARNE FRESCA  

ORA IN EBOOK

SU IBS, AMAZON, La FELTRINELLI

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=688631

 

Storie narrate;

  - Sotto protezione di Zé Pilintra, storie di religione e macumba

  - Serata danzante alla Feira do Paraiba

  - Se in favela piovono paracadutisti

  - La coperta birichina, trasgressione in autobus

  - Abitudini del gusto, il bandito che si fece prendere per la gola

  - La carne fresca, minorenni alla caccia del gringo

  - Uomo in mare, perdersi fra le onde del Nordeste

  - Fuga verso la libertà, nascere viado nei sobborghi brasiliani

  - L’arte del raggiro, turisti a caccia di gnocca tornano col bernoccolo

  - “Vale Tudo”, a Carnevale, pazzie e libertà senza rete

  - L’orologiaio, storia di una adozione complicata

 - Rivendicazioni con stupro, non è tutto oro ciò è indio

 - Pelle a vista, tatuaggi come vestiti

 - Il pau-brasil non si estinguerà mai, quando anche le donne fanno turismo sessuale

 - Film di strada, arrangiarsi senza padre

 - Solo di rado, il mondo grigio intorno alle azioni umanitarie

 - I confini del regno, invito a cena con pistola

 - Chi lavora, il ciel l’aiuta, sopravvivere con simpatia

 - Universo parallelo, le favelas di Salvador de Bahia

 - Colpevole innocenza, assalto di strada e cultura dell'approfittare

 

Dopo Paraiso do Pecado, ecco il secondo appuntamento letterario di Barkus, nomignolo sotto il quale si cela un ex imprenditore del nordest italiano, che ha lasciato i suoi obblighi responsabili e pacifici per dedicarsi alla rincorsa di un mondo non facile, devastato da miserie e fame rapace. Avventure e personaggi a sud del mondo, in una raccolta di racconti già usciti sulla testata online musibrasil.net che descrivono i colori della strada al dilà dei facili luoghi comuni della retorica del turismo di massa.      

(vedi qui)

sinossi

 

archivio del vagabondaggio interiore

 

il mio buio      le mie teorie      il mio credo

ponte sospeso    memoria dei sogni    sangui diversi

nominare non è invano     terra in vista      invasioni e urla

pugni generazionali      nobili batteri      confine      sciare a sud

 

 

 
 

 

 

 

 

 

letture del 2016

letture del 2015  

letture del 2014  

letture del 2013

eBooks dove

 

archivio del vagabondaggio

 

pugni generazionali

nobili batteri

confine

il mio buio

sciare a sud

sangui diversi

ponte sospeso

memoria dei sogni

emozioni collettive

nominare non è invano

terra in vista

invasioni e urla

stimoli e libri

 

 

 

 

 

 

 

 

Blog 2012

Blog Braz 11

Blog Braz 10

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 07

Blog Braz 06

 

 

 

 

 

 

Nulla è mai come ti viene detto. Cerca sempre altre informazioni. Ma se vuoi la percezione di prima mano, vai in loco e scava con le tue unghie. Poi, per avere una visione panoramica e non coinvolta, allontanati e osserva in prospettiva.

 

 

 

 

Una Risata

 

 

°°°o0§0o°°°

 

About

 

 

 

°°°o0§0o°°°