Mappa del sito      .        Blog       .       Brasile        .      Vagabondaggio        .        Foto        .       Viaggi        .        Procedere a scatti         .       Libri        .        Contatti   

 

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

000 P1080135-07.JPG (132584 byte)

Largo do Machado - Flamengo

 

 

 

 

000 Favela 1.jpg (90959 byte)

Favela Rocinha - Rio

 

 

 

 

000 DSC00878 rid.JPG (154919 byte)

Lapa - Rio de Janeiro

 

 

 

 

a P1100525 rid.JPG (213079 byte)

Lapa - Rio de Janeiro

 

 

 

 

000 P1130997-08.JPG (114388 byte)

Gloria - Rio de Janeiro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

p  r  o  c  e   d  e  r   e       a       s  c  a  t  t  i

                      i m m a g i n i    c o n    i n t o r n o    u n a    s t o r i a 

 

 

G r a f f i t a r i

 

.

 

Il pullman sobbalza fra le buche di Rio Comprido, dischiudendo il graffiti safari sotto l'ancilla do Cristo, l'ascella che la statua del Cristo Redentore concede al ricco quartiere di Lagoa dos Freitas. Un lungolago zeppo di ristoranti alla moda, una camminata notturna che a fine anno dispensa fuochi e lazzi dal famoso albero in mezzo ai flutti. Le strade di Rio sono terreno di gioia e battaglia delle tribù di quartiere, guardie giurate, turisti, mendicanti, studenti, prostitute, ambulanti, spacciatori, surfisti, poliziotti. Appena al di là della barriera ideale del lusso, il calore soffocante si riappropria della città, mentre l'ombra invadente della sopraelevata invade i quartieri come in una Bangkok sudamericana.

A un tiro di schioppo dal centro turistico più ambito al mondo, uno sputo dalla Città Meravigliosa per antonomasia, resiste l'orgoglio carioca del camminare in ciabatte fra la polvere.

Ad ogni festa, decine di Kombi VolksWagen scaricano dalla retrovia isopor, sacchi di ghiaccio e confezioni di birra, pronti per i rifornimenti in corsa come  di una logistica di guerra. La prima linea dei bagordi è lì, nei quartieri bene invasi dalla musica a tutto volume, le esercitazioni delle scuole di samba invece si accontentano di seminare allegria democratica nei sobborghi, dove non esiste differenza di ceto o di razza.

 

 

Meninos e ragazze dalla pelle brunita in top gialli o azzurri colorano il Kilometro 32, ai confini della novità suburbana, fra la Cabocu evangelica  e Jardim Paraiso. Il bus costeggia le favelas disseminate all'orizzonte, abbarbicate come l'edera ad ogni collinetta, lasciandosi alle spalle graffiti umani sempre meno pretenziosi. Che sono il rutto di libertà di un paese che, fa i suoi molti paradossi, ha elevato il disegno di strada a crimine, e la corruzione ad espressione creativa.

Ma si sa, l'arte è un lusso, mentre la sopravvivenza racconta di sé fregandosene delle regole, delle aspettative e delle etichette.

 

 

novembre 2011

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

ReD AlerRt

I racconti di barkus da leggere con le cinture allacciate

 

 

SCRIVICI ALL'INDIRIZZO :

max.bonaventura@gmail.com

 
 

d e l    12   n o v e m b   2 0 1 1

 

 

porci

fisco nord-sud

tavares Jazz

autobus in città

rondine

scoasse tropicali

tassa cadute

zen del cesso

l'unico palcoscenico

nuove droghe

a suon di raffiche

mostrarla da piccola

buddhismo dubbio

fiera del ladro

furto del futuro

volo familiare

pistola nella cinta 

scacco al re nero

protezione forzata

 

 

maPpa del sIto

 

vita in brasile

 

viaggiare sicuri

 

Blog Braz 11

 

storie di favela

 

Foto Brasile

 

Rescue Amizade

 

 

t e o r i e

 

 

 

 

 

    

 

 

 

Mappa del sito      .        Blog       .       Brasile        .      Vagabondaggio        .        Foto        .       Viaggi        .        Procedere a scatti         .       Libri        .        Contatti