Mappa del sito      .        Blog       .       Brasile        .      Vagabondaggio        .        Foto        .       Viaggi        .        Procedere a scatti         .       Libri        .        Contatti   

 

 

HOME

 

 

maPpa del sIto

vita in brasile

 

 

 

z a P1210430 rio 6 c.JPG (133537 byte)

aGiulietta al balcone - feb 2011

 

 

z a P1210450 rio 6 c.JPG (70664 byte)

faccia da favela - feb 2011

 

 

z P1210478 rio 6.jpg (133116 byte)

Rio Comprido - Rio feb 2011

 

 

a P1090481 rid ©.JPG (162563 byte)

babilonia liberata - Rio apr 2010

 

 

a P1090462 rid swf ©.jpg (419250 byte)

babilonia liberata 2 - Rio apr 2010

 

 

Doug 356-33 ©.jpg (81682 byte)

concessioni corporali 2 - Rio mar 2010

 

 

Back

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

p  r  o  c  e   d  e  r   e       a       s  c  a  t  t  i

                                        i m m a g i n i    c o n    i n t o r n o    u n a    s t o r i a 

 

 

R i n a s c e r e    a    s u o n   d i    R a f f i c h e

 

 

La Comunità Batan é presidiata dalle auto della Polizia Upp, Unità di Polizia Pacificatrice. Il mio sguardo guizza rapace fra armi spianate e i controlli a tappeto. Domani anche Jacarezinho sarà teatro di un pugno di sogni schiacciati dalla morte. Ma sebbene la costruzione degli stadi langue sotto il trucco del ritardo che innalzerà i costi dell'emergenza all'ultimo momento, e gli aeroporti sono stati promessi alla privatizzazione da una presidentessa Dilma che sa che non ce la può fare da sola, la volontà di "acabare col traffico", cioè farla finita con lo spaccio, cavalca spettacolari azioni congiunte fra forze militari e di polizia. Bope, Marina, Polizia civile e squadre d'assalto stanno ripulendo Rio dalla manovalanza sfacciata del crimine che aveva mano libera nella Città Meravigliosa, gettandolo al dilà della facciata evidente. I criminosi lasciano le favela a ridosso della cintura turistica e trovano rifugio dagli alleati nell'anello esterno, a Caxias, Nova Iguaçù, Queinados, Campo Grande, Niteroi, Imbariè.

Gli interminabili tappeti di catapecchie distesi sulle colline Rio, che accolgono il turista appena esce dall'aeroporto, sono celati da paratie dipinte con disegni infantili che inneggiano alla pulizia e alla fratellanza. Gli accessi alle maggiori aree di rischio presidiate da nuove garitte militari.

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. E, soprattutto dal portafogli. Forse non quelli dei turisti, che continueranno ad essere adescati dalle sambiste da spiaggia armate di zinne e sorrisi da oscar. Ma certamente obbligheranno a nuovi dribbling gli abitanti locali, abituati a rifornirsi per le lunghe notti da sballo che iniziano già a metà settimana.

 

La grande favela che adesso è preda delle raffiche delle armi della polizia militare è Mangueira, una delle storiche, nota anche per la sua partecipazione alle sfilate come Scuola di Samba che può contare sull'appoggio di mafie e trafficanti.  (vedi report)

Migliore sorte è toccata ad una delle prime favelas pacificate: Chapeu Babilonia, a ridosso del quartiere nobile di Leme, scelta dal piano militare forse proprio per la sua posizione rischiosa per il turismo che si distende sulle sottostanti sabbie di Copacabana.

 

 

 29  giugno 2011

 

 

update su : La guerra  di Rio...


 

 

 

 

 

 

 

 

ReD AlerRt

I racconti di barkus da leggere con le cinture allacciate

 

 

 

max.bonaventura@gmail.com

 

 
 

d e l    29    giugno   2 0 1 1

 

 

 

 

            Brasile   .    Salute   .   Nordeste    .    Rio    .    Blog   .   Commenti sul Brasile   .   Chi siamo   .   Foto     .       Max Bonaventura