Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

Foto Brasile

Salute

Suggerimenti

Sesso e salute

 

 

 

Per chi ama il Brasile a tinte forti, fuori dai luoghi comuni turistici

Leggi la recensione cliccando sull'immagine

                              

raccolta di storie

qui la descrizione

 

CNN

Corriere

NYT

Lettera 22

National Geografic

FORBES

El Universal

ComIt - Rio

Foglio

Espresso

Panorama

Giornale

 

                            

  

 

F

 

 

 

bLOg mAx

 

 

Virtù Nascoste

 

Caçador de pipa, cacciatore di aquiloni nel parco di Flamengo

 

La Rio che ti fa l'occhiolino dagli angoli meno conosciuti può trascinarti a mangiare per cena una ciotola di Açaì con tapioca o granola in un bar nordestino, o una pietanza della cucina libanese o peruviana, prezzi da bella vita ma almeno lo stomaco si prende una vacanza dal solito riso con fagioli neri.

In ogni angolo di strada facilmente una tentata pizza accontenta un compleanno, pasta così sottile che sembra imbevuta negli umori che la farciscono, sarà la farina diversa, il forno diverso, l’umidità diversa che impedisce una corretta lievitazione. O sarà che nessuno si prende la briga di seguire una ricetta per come dev’essere fatta. Gli altri prodotti sono figli dell’abbondanza della terra, ma non sono gusti italiani: la mozzarella è solo un formaggio tanto debole da far tenerezza, se non fosse che lo devi mettere in bocca, il tonno è un’opinabile pesce delle nevi, il pomodoro si perde in un forte profumo di basilico che sa di menta.

ciotole di açaì, frutto energetico dell'amazzonia

 

Immergendoti nella vita locale ti può capitare di sedere in una sala cinematografica dove il pubblico ancora applaude e commenta le scene coinvolgenti del film, di sedere al Bar das Quengas, il bar delle Zoccole, a succhiarti le dita per il prelibato galletto allo spiedo con riso e broccoli, ammorando i reggiseni colorati che pendono dalsoffitto, o di girovagare per il quartiere bohemièn di Lapa alla ricerca di quel jazz bar dove stasera suoneranno i Tribalistas dal vivo, fra gente che gusta whisky Teachers sentendosi un raffinato, inseguendo un immaginario di cui non conosce affatto le origini, il valore, né tanto meno i costi.

reggiseni appesi al bar das Quengas, ossia delle Zoccole

 

Vivere la Rio profumata di vita è anche correre sul lungomare, attraverso l’Aterro di Flamengo, il parco frondoso e attrezzato, attraversato da ragazzini che giocano con l'aquilone o guardie militari a cavallo, e sportivi di tutte le età che godono del refrigerio dal sole zigzagando a piedi, in skateboard o in bicicletta fra palme e buganvillee fino a raggiungere la baia di Botafogo, osservando un attore scendere dall'elicottero sul piazzale del ristorante Porcao, fiancheggiando venditori di cocco e sportivi infrasettimanali, fra velisti e straccioni, culturisti e pescatori.

È anche portare il cane al guinzaglio nel parco di notte con lo sguardo vigile verso altre oscurità, sapendo che non puoi andare molto a sinistra, verso la darsena della Marina di Gloria perché le luci si diradano e le ombre in agguato ti aspettano.

È mangiare aipim e carne seca in un angolo della spiaggia di Arrajal do Cabo aspettando una barca di pescatori, o prendere parte a uno sterminato blocco di samba sul lungomare, seguendo il ballo figurato previsto dall’istruttore e cantando con il sudore che cola dalla testa ai piedi.

trans sulle strade del quartiere Gloria

 

È decidere di andare insieme ad amici locali alla festa della scuola di samba della favela Mangueira e sentirsi dire che lì qualcuno della  favela Rocinha, in quota all'organizzazione avversaria, non ci può andare, perché se lo riconoscono rischia la vita. Bande rivali giornalmente sul piede di guerra. Festa e divertimenti assicurati dagli arenili gonfi di corpi curati e aitanti, le serate a ripiegare a una festa funky di teenager impazziti o allo show gratuito di Madonna o dei Rolling Stones sulla spiaggia di Copacabana, dividendo la sensazione con due milioni di persone che bevono senza darsi tregua birre in lattina gelate, dimenandosi allegri e raccontandosi le banalità della giornata.

Scoprire i respiri diversi permette di scorgere le trans passeggiare lanciando baci e richiami gutturali sotto i lampioni della strada di Gloria, o addentrarsi nell’entroterra dei surfisti di Leblon, la zona esclusiva di Ipanema dove tutti sognano di abitare, per copiare lo stile delle ultime telenovelas.

 

max - may 2013

 


 

 

            Brasile    .    Sicurezza    .  Costi   .   Nordeste    .    Rio de Janeiro   .    Blog   .    Commenti sul Brasile   .    Chi siamo   .   Foto      .       Mappa del sito