Mappa del sito    .     Brasile     .      Blog     .      Footage   .     Interviste     .     Foto       .    Europa      .     Bibliografia      .      About       .      Contatti 

 

HOME

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

Suggerimenti

Salute

Sesso e salute

Foto Brasile

 

 

 

La guerra  di Rio...

 

 

sesso a  Rio

 

 

Qi quotidianoitalia

 

 

                       

t e o r i e

 

CNN

Corriere

NYT

Lettera 22

National Geografic

FORBES

El Universal

ComIt - Rio

Foglio

Espresso

Panorama

Giornale

 

                            

  

 

F

 

 

 

bLOg mAx

 

 

chope geladinho

Peccati e virtù della birra brasiliana

 

 

    Joao era disoccupato da mesi.

Con lo stoicismo tipico del brasiliano, tentò ancora una volta un colloquio di lavoro. Joao era il tipico carioca di borgata, né stupido né intelligente. La pancia prominente dimostrava la sua debolezza per la birra al bar sotto casa, passione che divideva con il 99% dei connazionali.

Una volta arrivato all'ufficio, l'intervistatore osservò che il candidato aveva esattamente il profilo desiderato, le virtù ideali e domandò:

"Quale è stato il suo ultimo impiego?

"Salario minimo in un supermercato", rispose timidamente Joao.

"Bene, se Lei avrà l'impiego, guadagnerà 10 mila reais al mese.

"Giura?

"Che auto possiede?

"Ad essere sinceri, al momento ho solo un carretto a mano per vendere popcorn in strada...

"Se Lei lavorerà con noi, Le daremo una Audi per lei e una Bmw per sua moglie, tutte nuove di zecca.

"Serio?

"Lei viaggia molto all'estero?

"Beh, il viaggio più lungo fu per visitare dei parenti che abitano in periferia...

"Bene, se lavorerà qui, viaggerà per lo meno 10 volte l'anno per Londra, Parigi, Roma, Monaco, New York

"Proprio?

"E le dico di più. L'impiego è quasi suo. Solo non glielo confermo perché devo parlare con il mio capo. Ma è praticamente garantito. Se fino a domani sera a mezzanotte, che è venerdì, NON riceverà un nostro telegramma di contrordine, può venire a lavorare già lunedì mattina prendendo possesso di tutti i bonus e i benefici che le ho elencato. Per cui, già si organizzi: se NON riceverà il telegramma di cancellamento di questo accordo entro la mezzanotte di domani, il lavoro è suo!

Joao uscì dall'ufficio raggiante.

Adesso era solo aspettare fino alla mezzanotte di venerdì e pregare che non arrivasse nessun maledetto telegramma. Un fine settimana più felice non gli era mai capitato.

A casa riunì la famiglia intera e raccontò la buona notizia. La figlia fece gli occhi innocenti e lisciandosi la gonna delle dimensioni di una cintura annunciò che era imprescindibile rinnovare il suo misero guardaroba, poi telefonò a carico al fidanzato dicendogli altezzosa che adesso usciva solo con chi avesse la moto. La moglie si sporse alla finestra e gridando ordinò dieci torte alla signora Maria che faceva dolci in casa. "E muovi quelle chiappe da culona, tua miserabile, che questa casa non ama aspettare i comodi dei pezzenti!"  Il figlio dodicenne sgattaiolò in strada e andò alla bocca di fumo all'angolo della favela per comprare due pacchetti di droga a credito. Joao convocò il quartiere intero per una grigliata commemorativa a base di birra gelata e molta musica.

Venerdì pomeriggio già  un barile di birra gelata distribuiva le avvisaglie di allegria. Alle 9 di sera, la festa era al massimo. La banda suonava, il popolo ballava, le libagioni scorrevano a fiumi. La figlia si faceva corteggiare dal vicino sposato, assessore alle fognature, cugino del sindaco. Alle 10 tutti erano ubriachi e sfrenati. Solo il cane appoggiato al muro di casa osservava afflitto, non intendendo la causa di tutta quella esagerazione.

La vicina procace, interessata, già si strusciava a lato di Joao. La banda suonava forrò e pagode fra le urla dei presenti che bevevano senza ritegno, la birra gelata scorreva e la gente ballava. Il figlio con gli occhi chiusi menava la testa ad un ritmo solo suo. Alle 11 Joao era già il re del quartiere e spendeva somme sconsiderate per riempire la pancia del quartiere, tutto in conto del primo stipendio a venire.

E il cane ciondolava rassegnato in cerca di avanzi di pollo e carne grigliata, mezzo timoroso, mezzo eccitato, mezzo stranito, messo spaventato...

Alle 11 e 55..., suonando il claxon come un pazzo, svolta l'angolo un tizio su una moto gialla...

Cavolo... il postino...!

La festa cessò. La banda ammutolì, la tromba affievolì strozzata, un ubriaco ruttò, una vecchia scoreggiò, il cane ululò. Tutta la festa raggelò mentre un curo presagio aleggiava sopra le teste annebbiate, che avevano sperato fino ad allora di farsi trascinare a sbafo della fortuna altrui.

Mioddio, e adesso, chi avrebbe pagato i conti della festa?

"Povero Joao, era la frase che serpeggiava fra la gente.

"Gettate acqua sulle braci!

La birra si scaldò, la moglie di Joao svenne, la vicina rimise a posto offesa la camicetta, la figlia sbiancò come se una lama le avesse trafitto i visceri, il figlio aprì gli occhi sudando freddo. La motocicletta si fermò.  Il tizio scese e si diresse verso Joao.

"Il signor Joao Emanoel Texeira Da Silva?

"Si, ci, certo, sono... sono io...

La folla non ce la fece a trattenersi.

"OOOOHHHHH!!!!!!!!

E il tizio della posta: "Telegramma per Lei..."

Joao non voleva crederci. Prese  il telegramma, con occhi gonfi, alzò la testa e diede uno sguardo all'intorno. Silenzio totale. Non si sentiva un fiato. Una mosca che stava volando si zittì, posandosi su una salsiccia fritta fra le zampe anteriori del cane, imbrattata di farofa.

Joao respirò a fondo e aprì la busta tremando, mentre una lacrima scendeva dolente, macchiando il telegramma. Guardò di nuovo la gente e la costernazione era generale. Tirò fuori la lettera, la aprì e cominciò a leggere. La gente in silenzio aspettava la notizia e si domandava: "E adesso? Chi pagherà i debiti?

Joao riprese a leggere incespicando con le sopracciglia, alzò gli occhi e fissò ancora una volta il popolo che lo osservava. ..

Quindi, aprì un largo sorriso, lanciò un urlo trionfale e cominciò a gridare... euforico:

"La mamma è mortaa!!!

LA MAMMA E' MORTAAAA!!!!!!!!!..."

 

 

La birra nelle vittorie è meritata

Nelle sconfitte è necessaria

 

 

 

Con Heineken e Stella Artois,

viaggi nel Vecchio Mondo.

Con Bud e Corona vai verso il Nuovo Mondo.

Con Skol, vai all'altro mondo.

 

 

 

 

 

 

 

E' impossibile per un uomo apprendere quello che egli già crede di sapere.

 

Se voi giudicate le persone, non avete tempo per amarle.

 

Gli uomini sono come le cabine telefoniche: la maggior parte non funziona, e le restanti sono occupate.

 

Fa molta più impressione quando gli altri scoprono le tue buone qualità, senza il tuo aiuto.

 

 

 

 

 

 

Il matrimonio è l'unica prigione dove si guadagna la libertà per cattivo comportamento.

 

La verginità è come un ghiacciolo. Finisce sempre col manico.

 

Perchè molte donne fingono l'orgasmo? Perchè molti uomini fingono i preliminari.

 

 Non disperdete pallottole vaganti. Usatele a Brasilia.

 

 

 

°°°o0§0o°°°

 

SE VUOI SCRIVERCI, O RICEVERE  LE NEWS-LETTERS

NELLA TUA E-MAIL, RICHIEDILO ALL'INDIRIZZO :

max.bonaventura@gmail.com

 

 
 

sAlta al blOg

 

 

 

 

Blog 2012

Blog Braz 11

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 06

 

 

leggi anche:

Mangiare a Rio

Gastronomia di strada

Brasile da bere

 

viaggiare  sicuri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                 Brasile   .    Salute   .   Nordeste    .    Rio Flamengo   .    Blog   .   Commenti sul Brasile   .   Ciaobrasile   .  Chi siamo   .     Domaine do Tamarindo   .    Foto     .       Mappa del sito