Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

Suggerimenti

Salute

Sesso e salute

Foto Brasile

 

 

 

La guerra  di Rio...

 

 

 

 

 

                       

 

CNN

Corriere

NYT

Lettera 22

National Geografic

FORBES

El Universal

ComIt - Rio

Foglio

Espresso

Panorama

Giornale

 

                            

  

 

F

 

 

 

bLOg mAx

 

 

Colpire primi, colpire duro

 

 A volte mia madre, ottantenne, mi coglieva con la guardia abbassata, come una navicella spaziale che non aveva ancora terminato il processo di alzare gli schermi protettivi.

La mattina presto magari, se mancava la luce e lei invadeva il mio appartamento perché voleva che chiamassi l’Enel, ma in modo così insistente e fastidioso che arrivava a contestarmi di non darmi abbastanza da fare, solo perché stavo ad ascoltarla invece di correre ansioso ad afferrare il telefono facendo un numero che ancora non conoscevo.

 Ma ciama, ciama… no ti fa niente? ripeteva mentre me ne stavo in mutande davanti a lei.

Era così che di solito scivolavo nel nonsense, chiedendole se voleva sposarsi o se voleva una torta al limone, tanto per rispondere assurdità con assurdità. Cosa che non la tranquillizzava affatto. Poiché non capiva dove volevo andare a parare, tornava alla carica ancora più ossessiva.  Così avevo fatto un numero di londra e parlando in inglese avevo detto, mia madre è agitata, vuole morire perché non c’è la luce elettrica!  Ma non aveva sortito effetto, in questi casi mia madre è priva di humor, e diceva di non prenderla in giro.

 


 

All'ombra delle Covers

Brasile, Usa e Italia a caccia di successi

 

Le musiche che noi ascoltiamo, le canzoni famose che ci fanno sognare, che scalano le vette delle classifiche fra le urla di platee di fans sognanti, sono spesso abili operazioni di maquillage di testi e musiche straniere, successi di oltre oceano, che noi, poco avvezzi alle lingue, non sappiamo o non possiamo riconoscere.

segue

 

 

 

 

 

Allora le spiegavo che anche ieri sera era mancata la luce mentre lei dormiva davanti alla televisione, che probabilmente era un guasto in cabina ma non sapevo ancora il numero, e lei ribatteva perché non mi dici mai niente, e alla fine che me la facevo sempre troppo facile. Ecco. Il siluro colpiva la fiancata e dovevo correre ai ripari, si salvi chi può. Le dicevo che non avrei chiamato e che finisse di rompermi i coglioni. Poi sbattevo la porta.

Ovviamente alla fine frugavo fra le bollette e il servizio guasti lo chiamavo.

Ma è curioso notare come la prassi di “afferra l’animale con le zanne e sbattilo a destra e sinistra” impedisce alla coscienza di darsi un contegno alquanto filosofico e in quei momenti di stress imprevisto, dimentichi di non essere il corpo che ci porta, da esso veniamo sospinti verso quell’istinto di inevitabile conservazione che ci spinge a mandar tutto affanculo…

 

 

max 22 agosto 2011

 


 

 

 

 

 

sfilata centenaria al Cansiglio

 

 

 

 

le Ricette Estive di Max

scopri

 

 Insalata di riso

Insalata di fagiolini e melone

Pollo alla thailandese

 

 

 

 

 

 

 

ReD AlerRt

I racconti di barkus da leggere con le cinture allacciate

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

Blog Braz 11

 

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

 

 

Blog Braz 10

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 07

Blog Braz 06

 

 

 

 

viaggiare  sicuri

 

 

sesso a  Rio

 

 

 

 

 

 

 

Qi quotidianoitalia

 

 

 

 

 

 

"

Gli effetti nefasti dell’egoismo si fanno sentire quando le persone pensano che la vita appartenga solo a loro.

"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti