Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Marocco    .  Libri   .   Contatti

 

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

Foto Brasile

Salute

Suggerimenti

Sesso e salute

 

 

La guerra  di Rio...

 

 

 

 

CNN

Corriere

NYT

Lettera 22

National Geografic

FORBES

El Universal

ComIt - Rio

Foglio

Espresso

Panorama

Giornale

 

                            

  

 

F

 

 

 

LondrA

 

 

Visitarla in 3 giorni

 

 

   Girare una città ricca e affascinate come la capitale inglese merita sicuramente molto più tempo. D'altra parte, la quantità di luoghi da visitare e l'abbondanza di mezzi di trasporto (metrò capillare, taxi dall'inconfondibile appeal e tradizionali bus rossi a due piani) consente di gustare una rapida e relativamente economica immersione anche con poche ore a disposizione.

Arrivare: EasyJet atterra all'aeroporto di Gatwich. Alla Staz. Vittoria in 30 minuti il treno veloce (18 sterline)  A 9 sterline treni normali e autobus, che impiegano 1 ora per raggiungere il centro città.

RyanAir collega la maggiorparte delle città italiane  con l'aeroporto di Stanstead, da cui si raggiunge Londra in 75 minuti di autobus, costo 9 sterline. Gatwich è servita solo da Roma e Milano.

 

1° giorno

La mattina inizia con una visita alla famosa Trafalgar Square, centro delle memorie coloniali dell'impero, con la statua dell'ammiraglio Nelson. Molti si fanno una foto seduti sui leoni. A seguire vale la pena concedersi un'immersione culturale con una visita al National Gallery sul lato nord della piazza, con le sue tele di Tiziano, Leonardo e Raffaello. Ingresso gratuito.

Per uno spuntino, ottime le nsalate al cafè in The Crypt, nella chiesa di St,Martins

Procedendo poi a piedi verso sud, ecco Whitehall,  per visitare le guardie a cavallo, quindi Downing Street con la sede del primo ministro al n.°1, e in fondo il Parlamento col Big Ben, e a fianco la cappella di Westminster.

Prendendo il Metrò verso est, o un Bus per passare a fianco del Ponte dei Blackfriars dove morì impiccato Roberto Calvi, si arriva al Tower Bridge. Se la giornata è bella, si può scendere alla fermata precedente (Monument) e percorrere a piedi il lungo Tamigi. Prima del Tower Bridge si passa per  i musei e le carceri, poi attraversando il ponte a piedi, ottimo il punto fotografico allo skyline della città. Ritornando non si può evitare la visita alla torre Gerkin, quella fatta a uovo di cristallo nel vicino quartiere della City, ottimo colpo d'occhio la sera quando è illuminata.

Piccadilly, Soho con China Town, i locali del quartiere a luci rosse, sono una visita che impegna almeno un paio d'ore. E' possibile pranzare nei ristoranti cinesi dove propongono l'anatra alla pechinese, uno dei piatti più famosi della cucina mondiale.

Importante una passeggiata lungo Piccadilly street,  visitando il ricchissimo emporio Fortnum e Mason, fornitore reale di tè, caffè, marmellate. Comprate una latta di tè Irish breakfast da bere con una nuvola di latte, o il profumato Broken Orange Pekoe dell'Himalaya ai fiori d'arancio. Le luci della sera rendono tutta l'area di Piccadilly e dintorni assai piacevole.

 2° giorno.

Imperdibile HARRODS (metro Knightsbridge), il magazzino più esteso e famoso, di proprietà della famiglia Al Fayed.

Lì vicino, attraversando Hyde park, si può visitare visitare il laghetto the Serpentine,  lo Speaker’s Corner dove chiunque può salire su uno scranno e parlare alla folla di temi a piacere; si sbuca a Marble Arch (attenzione a seguire la mappa o le indicazioni per non arrivare ad altri angoli del parco); da qui a Tottenham Court Road, per tutta Oxford Street ci sono vetrine e negozi fino ad un altro grande magazzino: SELFRIDGE, poi visitare l’altra strada dei negozi di lusso: Bond Street.

Vicino ad un’uscita di Hyde Park a Nord dell’area del museo di  Regent Palace (Metro Queensway) c’è Bayswater, un quartiere tipico di vita londinese multietnica, Molto popolato da indiani, arabi, brasiliani, al punto di essere affettuosamente chiamata Brasilwater. Oltre a locali tipici, vi si trovano anche ristoranti brasiliani a peso. (Uscita dalla Metro Queensway, direzione metro Bayswater, guardare le bandiere brasiliane nei market a sinistra). 

Una visita al British Museum, renderà indimenticabile il viaggio a Londra, anche a chi in genere non ama i musei. Sito in Great Russel Str.(h.:10-17). Importante e imperdibile, contiene opere d'arte di tutto il mondo, dall'antica Grecia all'antico Egitto, fino al Medioevo e al Rinascimento. Occorre decidere a priori cosa vedere, altrimenti, come al Louvre si rischia di rimanere dentro due giornate intere. Si possono fare foto all’interno. Ingresso gratuito.

 3° giorno.

 Visite a zonzo:

Una zona piacevole e caratteristica da visitare è quella di Erls Court, (metro Earls Court), che ha conservato uno spirito abbastanza british nonostante l’ammodernamento della città. Ci sono i pub vittoriani, le lavandery a jeton dei pachistani, i ristoranti italiani, e le casette in mattoni e legno. Da lì si arriva a piedi a Gloucester Road in direzione dell’omonima fermata del metrò, attraversando un quartiere residenziale di buon livello, dove vedrete parcheggiate le numerose mercedes, bentley, porsche e ferrari di chi lavora nelle banche e nelle agenzie della City.

Mercatini tipici:

Quello famoso dell’antiquariato e modernariato di Portobello vicino a Notting Hill apre solo di sabato, Carnaby Street è alternativo ma un po’ modernizzato; interessante Camden Market, (h.: 10-18, metro Camden Town) a est di Piccadilly Circus, con articoli da regali fatti a mano, bancarelle di chincaglierie, artigianato, arte, foto curiose, musica, tutto in un padiglione coperto dal severo aspetto vittoriano dell’epoca; o Covent Garden, (h.: 10-18, metro Covent Garden) una reale vetrina dello stile londinese con alimentari, gioielli, vestiti e bancarelle della tipica moda britannica. L’Old Spitalfield Market (lun-ven 11-15, metro Liverpool St.) propone, sotto l’influenza del vicino college di arte e design, dipinti, oggetti di arredo, Cd, artigianato e anche gli immancabili abiti usati.

Interessante anche Alfie’s Antiques Market, (mart-sab h.: 10-18, metro Marylebone-su bakerloo line), dove all’interno di un grande magazzino un centinaio di venditori propongono uno strabiliante assortimento di merce antica, oggetti art decò, argenteria, stampe, ceramiche, gioielli e oggetti vintage.

 

La sera

Una buona opzione serale è la visita notturna in battello, 1 o due ore a seconda del tragitto prescelto: imbarco nell’Embankment (omonima fermata metro), vicino al Parliament.  Si visita il river Thames alle luci della sera e potendo prendere un aperitivo o uno spuntino  a bordo. Info: ci sono delle mappe con informazioni presso le maggiori stazioni metro.

Time Out, in edicola, è la rivista che consiglia gli spettacoli e i locali che propongono serate ed eventi della settimana. In strada numerosi punti vendita propongono i biglietti delle serate, degli spettacoli e degli ingressi alle mostre.

Piccadilly e Oxford St. con il quartiere di Soho e del cinematografico Leicester Square sono luoghi vivaci da frequentare la sera.

Dal Big Ben la sera offre un’ottima visione illuminata del Tamigi e del London Eye, la ruota più alta d’Europa.

In un quartiere come la City, è possibile vedere l’edificio più strano e moderno, the Gerkin (il cetriolo), realizzato in vetro e cemento, con 4500 led che lo illuminano la sera. Interessante notare che un monumento analogo è stato realizzato a Barcellona (la torre Agbar).

Muoversi

Richiesta della tessera OYSTER per viaggiare con sconto nei metrò e nei bus: presso le stazioni metrò. Poi basta avvicinare la tessera al ciondolo giallo all’ingresso e all’uscita dei metrò. Riduce il costo da 4 sterline a 1,90 per passaggio.

Taxi: buoni se si viaggia in compagnia.

Mangiare

Il Pub in legno scuro è l’unico luogo dove viene preparata la tipica cucina londinese, dove gustare il classico fish & cips innaffiato da una pinta di birra London Ale spinata a pompa. Ma i ristoranti  internazionali sono molto presenti. La cucina Indiana Tandoori è la più amata dagli inglesi, e vale la pena provare il pollo rosso.

Stay Online

La maggior parte delle catene di bar e snack consentono l'accesso gratuito ad internet. Può essere utile e piacevole riposare dieci minuti in un bar della catena CafèNero, degustando un cappuccino, un tè o un dolce accompagnato da un succo frozen, mentre controllate la posta sul vostro vostro tablet  o palmare.

  

 

 

Opzioni turistiche a scelta: Museo delle Cere di Madame Tussaud (Metro baker st.). Ingresso 28 sterline, dopo le 17 costa la metà.

St.Paul’s Cathedral, l’unica barocca realizzata dal famoso sir. Christopher Wren, con la famosa cappella dei bisbigli, dove è possibile udire anche il più piccolo parlottio. (Metro St.Paul) Entrata 11 sterline.

Un giro sulla ruota del London Eye cosa 40 pounds.

Victoria e Albert Museum (Metro South Kensington) Ingresso libero, Arte decorativa rinascimentale e da tutto il mondo.

 

  

 

Siti utili:

www.ciaolondra.it

www.sognandolondra.com/it

www.londra.it

www.londraviaggi.it

www.quilondra.it

www.10cose.it/guida/londra/10-e-lode/

www.ldncity.com

 

 

 

 


 
 

 

Londra 2011

parte I - Londra

Londra Gratis 2015

 

 

i Sapori del Marocco

Londra in tre giorni

Londra 30 anni dopo

Viaggiare leggeri

i Bàcari veneziani

Visioni di Venezia

Visitare Marrakech

 

 

 

 

 

 

 

 

leggi il Blog

 

 

 

 

Blog 2012

Blog Braz 11

 

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

 

 

Blog Braz 10

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 07

Blog Braz 06

 

 

 

 

viaggiare  sicuri

 

 

sesso a  Rio

 

 

 

 

 

 

 

Qi quotidianoitalia

 

 

 

 

 

 

 

"

E' l'ossessione a non volersi uniformare pedissequamente ai luoghi comuni...

"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti