Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

 

HOME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

avventure di viaggio

 

 

Købnhavn

Un'estate per scherzo

 

 

 

una amicizia estiva nata per caso davanti al maxischermo delle partite dei mondiali 82, quelle in cui l'Italia vinse prima con la Danimarca e poi con i tedeschi in finale, fu il viatico per una visita a Copenhagen.

Conobbi René in un campeggio di Jesolo, e quando battemmo i danesi, loro decisero di sostenere il nostro tifo contro i teutonici, facendo nella stanza affollata di villeggianti una specie di cuscinetto che impedisse l'innescarsi di risse. I ragazzi di Bearzot le suonarono 3 a 1, e io e René girammo tutta la notte per le strade del litorale sventolando la bandiera italiana a cavallo della mia Kawasaki Z400 azzurra.

Copenhagen   

 

il Rådhuspladsen

accettai il suo invito l'anno dopo in maggio, che mi diceva essere l'inizio della bella stagione e permetteva di visitare i luoghi estivi della capitale danese, la Lille Mermaid (la sirenetta) adagiata sulle rocce, il parco Tivoli, la camminata sullo Strøget. Mal me ne incolse.

Nonostante l'indubbia fratellanza degli amici del nord, la loro propensione alla vita al chiuso, le sigarette fortissime, l'alcool a fiumi, il freddo in maggio era ancora canino. La mia giacchetta primaverile faceva poco o nulla per mascherare le insolenze che lanciavo al tempo.

Nondimeno ricordo con piacere le passeggiate sullo Strøget, (si pronuncia tipo "stroll"), la strada pedonabile più lunga d'Europa, anche se nessuno sa dire quanto precisamente. Un giorno che avevo mangiato troppe aringhe mi sono messo di impegno e ho contato i passi, per cui ne deduco che siamo sul chilometro buono. La via lastricata passa proprio in mezzo al centro, è un po' il ritrovo alla moda dove i giovani passeggiano a piedi o in bici, per fare shopping o per bere qualcosa nei bar. La primavera può essere anche a 4 gradi, ma loro se ne escono come scoiattoli per prendere i primi raggi del sole. E certo, l'alternativa è continuare a bere, fumare e drogarsi avvicinandosi pericolosamente alla depressione tipica dei paesi senza sole.

lo Strøget

 

La città offre un buon punto di vista per rendersi conto che, in mancanza di tradizioni architettoniche mooolto antiche, la popolazione si è lanciata nell'arte moderna e soprattutto oggi è in vetta alle classifiche di design. Prova ne sia la storica fabbrica Lego, che partendo da un blocchettino impilabile ha creato fantasie nell'infanzia di ogni bambino del mondo. La città storica comprende un municipio grande e nero chiamato Rådhuspladsen, il castello della regina, qualche banchina dove attraccano i pescherecci, e i bar dove vai a mangiare i gustosissimi smørrebrød, che sono i loro antipasti di aringa. Aringa in tutte le salse, al madera, alle erbe, salati o in brodo. Beh, è il momento in cui riconosci che la cucina italiana non ha eguali al mondo!

Mi consolavo ripetendo le parole che avevo imparato in danese, tipo "vuoi venire a letto con me?", o "fragole con panna", la famosissima frase che conteneva tre differenti modi di pronunciare la "u", oppure cercando una qualche versione delle aringhe che avesse un gusto, ovvero una personalità leggermente più decisa di quel profumo di nulla che non riuscivo a collocare in alcun modo nella mia personalissima classifica gastronomica.

 

smørrebrød

la cosa che già a Jesolo avevo avuto modo di scoprire, è che ogni danese anche di sei anni, oltre alla sua lingua madre che non è propriamente tranquilla, parla fluentemente anche lo svedese (che è lì a due passi), il tedesco (con cui confina), e l'inglese. Quando ho chiesto come mai, mi han risposto che in televisione passano molti film svedesi, tedeschi e inglesi non doppiati, però sottotitolati. Essendo così in mezzo ad altri paesi, subiscono l'influenza delle culture vicine e ciò che a noi sembrerebbe una cosa da poveri per loro è diventa uno stimolo.

Fu una folgorazione, una di quelle cose a cui non hai mai pensato mentre sei al calduccio a casa tua e che ti tocca comprendere soltanto all'estero. Capii subito che la tanto incensata categoria dei doppiatori cinematografici italiani, i più famosi del mondo, sono peraltro responsabili dell'ignoranza degli italiani con le lingue.

 

Lille Mermaid

 

Altra cosa interessante da farsi, la traversata in traghetto a Målmø che porta al lato svedese. Durante la traversata si vede tanto mare ghiacciato, si sta dentro a giocare al casinò, a bere birra, vodka (che è esentasse quindi molto a buon mercato) e mangiare aringhe... Ecco, laddove i francesi sono i simpatici cugini mangia-rane e i vicentini magnagatti, i danesi potremmo chiamarli amichevolmente mangia-aringhe.

Sono stato ospitato in casa del fratello minore di René, che era via e mi ha lasciato tutto il moderno appartamentino a disposizione. Fornito di calzetti arruffati un un cassetto del grande comò e una fornitura industriale di vino francese Cote du Rhone, che mi scolavo seduto sul tavolo ovale osservando la strada dalla finestra e da quel giorno è stato un dei miei vini (commerciali) preferiti.

Modernità e minimalismo sono visibili nell'arredamento delle case e nei luoghi pubblici. Altra cosa tipica dei danesi è che se ne vanno presto via di casa, anche a sedici anni, tanto il governo paga loro un salario fino alla maggiore età e fintanto che non trovano un lavoro.

Da quella lontana data, il desiderio di visitare altri bellissimi e freddi Paesi Nordici non è che mi abbia assalito poi spesso...

 

 

max 1993

 

 

Viaggiare

Vietnam e voglia di dollari

Tunisia post-rivoluzionaria

Istanbul porta d'oriente

Ostaggio di un monaco in Cambogia

Visitare Rio in tre giorni (e poi...)

Le Cascate Yguaçù

Londra 30 anni dopo

Venezuela: Arma e mire presidenziali

Aruba. Tra mafie e militari

 Asia, avventure in Vietnam e Hong Kong

Viaggiare è indispensabile per un giovane

il Tempo verticale

Viaggiare leggeri

Giro dei bàcari veneziani

Venezia Low Cost

Venezia nascosta

Visitare Marrakech

Avventure in Marocco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sAlta al blOg

viaggiare  sicuri

 

Leggi anche:

Come prepararsi

...annusa, conosci...

Travel Tips, i Consigli di Viaggio

Il concetto di favelado

il Potere d'acquisto Bras

Salvador : sputi compresi

Brasile da bere

Orgoglio bandito

cosa mi piace del Brasile

Carnevale di Rio

Gastronomia di strada

Procedere a "scatti" vicende fotografiche

oppure vai all'archivio:

Mappa del Sito

 

 

 

max.bonaventura@gmail.com