Brasile     .          .     Nordeste      .      Rio      .      Blog     .     Commenti sul Brasile     .     Ciaobrasile     .    Foto     .     Mappa del sito

 

HOME

 

 

 

 

 

Rio de Janeiro

 Nordeste

Salvador

visti

 

Suggerimenti

Salute

Sesso e salute

Foto Brasile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         

 

 

 

coMmenti

sui modi di intendere un mondo diverso

 

Come ci vedono i brasiliani

 

 

            La camminata degli italiani richiama la fretta, tutti impettiti e rigidi , i negri americani sembrano ballare. L'incedere dei brasiliani è sornione, una "ginga" che ancheggia con noncuranza, quasi una comunicazione sensuale.  Sembra che i corpi segnalino qualcosa nella loro postura, un atteggiamento interiore, un modo di intendere la vita. Per questo anche noi siamo riconoscibili agli occhi degli altri. Con nasino in su, incerti, la testa che gira ovunque, assorti nelle nostre meraviglie, diamo l'idea di osservare sempre una merce esposta, mentre in relatà in vetrina siamo noi.

 Una società si riconosce anche attraverso le parolacce della cultura popolare. Da noi si inveisce frustrati contro la deità soverchiante, in Brasile la fraseologia degli alterchi si appoggia prevalentemente sugli attributi sessuali. E tutta qui la sua attenzione, il fulcro della sua giornata. Per il resto ò gioia, intervallata dal necessario rincorrere delle risorse necessarie a sostenerla. Un popolo adolescente in bilico fra liberalità e invidia, orgoglioso spesso fino all'abuso, dedito all'eccesso di ogni forma di espressione, desideroso di un riconoscimento. 

 

 

     Occorre tener presente che in una società tropicale non è l'abito a fare il monaco, ma il corpo, che in fondo è l'unica cosa che si può mostrare. Accade quindi che le persone ben tornite sfoggino senza ritrosìa le proprie doti, usate come comunicazione non verbale. Una specie di morse visuale.

Edonismo, esibizione muscolare e cura del proprio corpo sono una peculiarità che assume a Rio una preminenza assoluta. Essendo la Città Meravigliosa per eccellenza, i suoi abitanti si sfidano l'un l'altro a colpi di chirurgia estetica popolare e additivi per la crescita muscolare.

 

 

    Per uno straniero, vissuto in una società controllata e repressa, è consigliabile sperimentare con cautela ogni relazione con i locali, siano essi improntati all'amicizia o al rapporto sentimentale. Qui il significato di amicizia ha  più a che fare con l'utilità che con la vicinanza ideale. Dire "ti aiuto" significa spesso prestare dei soldi che non si rivedranno mai. Il rapporto fra Sesso e Amore é il medesimo che c'é fra interessi e valori.

Non meraviglia che il brasiliano non ne comprenda la differenza, calato com'é nell'idea di suruba, orgia e divertimenti promiscui. Mescolare l'erotismo é un tutt'uno coll'idea di essere felice, presente in una vita di cui prendere senza porsi troppe domande.  E' ciò che si evince dal suo rapporto col matrimonio, con la samba, la politica, la religione: strumenti di cui approfittare, modi da cui pretendere un vantaggio. L'assenza di capacità critica é pari all'assenza di criteri di controllo della qualità.

Sia per i prodotti che per la vita.

 

 

    La impreparazione europea fatica a comprendere il concetto di una vastità indifferente alle ragioni della logica, che si abbarbica come un’edera all’albero delle occasioni. Abbiamo vissuto per troppo a lungo nella bambagia compiaciuta del benessere cercando di estirpare le sofferenze assieme alle malattie, i dubbi insieme con le cicatrici. Alla fine abbiamo prodotto una generazione di consumatori sonnolenti e insoddisfatti, che si riversano nei paradisi tropicali pretendendo il medesimo ambiente asettico al quale sono abituati. E si fanno male, soprattutto quando vengono a contatto con gli appetiti dei meno fortunati. Gli occhi ancora cullati dalle teorie del rispetto e della povertà dignitosa che campeggiano nelle foto delle riviste umanitarie, facciamo fatica a reagire a un borseggio, a un'amicizia beffarda, a una semplice perentoria richiesta di elemosina.

Tutti in Brasile partecipano come possono al clima di approfittare di ciò che c’è, senza imbarazzo e senza pudore. L’obiettivo è non sentirsi esclusi, in una valle delle meraviglie che scodella in ogni stagione milioni di turisti bianchicci che vagano con il naso all’insù.

Occorre prepararsi diligentemente, soprattutto se si intende affrontare una permanenza prolungata. Entrare in una società nuova significa adattarsi a un nuovo ambiente cambiare, il che prevede l'adozione di nuove abitudini alimentari e comportamentali. E' come la scheda del telefonino. Occorre togliere dalla propria testa in chip italiano e metterne uno nuovo, sapendo che occorre un po' di tempo per vedere come funziona.

Tutto per non rimpiangere la scelta di volersene stare un po' in pace, a pancia in sù...

 

 

max - 08  apr 2008

 

Segui la via breve: commenti e paradossi

"Punzecchiature"

 

Vita di gommista nell'interior di Natal

Gomme: il loro destino è impolverarsi, infangarsi, scorticarsi, volvere prone sul bitume rovente come serve umiliate, a volte finire in un faló, compagne di altre schiave, che bruciano la propria dignità sul ciglio di una statale...

da : ciaobrasile

 

 

Notizie da Barra

L'ho scritto in rosso perché così iniziamo a lettere di fuoco. Insomma, caro Pier,

...vorrei tentare di fare quell'esperimento di cui si parlava, una pagina sulle attrattive e attività locali.

In prima pagina del mio sito mi sono preso la licenza di postare un link del tuo articolo del gommista Iran, tanto per dare un'idea di come potremmo confezionare la cosa: articoletti con foto e rimandi ad eventuali altri articoli di riviste online o siti collegabili. Chissà che ne venga fuori una cosa curiosa e simpatica, o che comunque ci faccia passare un po' di tempo senza arrotare i pollici, cosa che nel frattempo tu sarai dimentico, visto come sei preso dai vari preparativi.

Intanto avevo postato un commento il mese scorso anche nel tuo sito, ma probabilmente non ci sei entrato ancora e si sarà arenato fra i flutti del mare virtuale. Beati coloro che sono assiduamente affaccendati in cose importanti. Il tempo passa. Qui fa un po' di pioggerellina, spero tanto nel sole e così spero di voi...

06 maio 2010.   

Grazie per i complimenti immeritati e inebrianti come il regalo di una dose di crack.
Nel mio sito ci entro solo quando devo inserire qualcosa di nuovo e i tuoi graditissimi commenti non li avevo ancora letti.
Sono d'accordo sull'idea della pagina su Barra. Mentre ti scrivo é in corso una prova, credo, della banda di capoeira nel collegio qui di fronte.
Dal livello del rumore di voci e percussioni devono essere in buon numero e devo dire che nonostante atrapagliassero un po' la lettura della dispensa di sociologia, l'insieme sonoro era decisamente coinvolgente, grazie probabilmente anche all'acustica del locale.
Non sono andato a vedere indeciso tra continuare lo studio e andare a documentare l'avvenimento ma un po' frenato dal timore di finire nel pentolone.
Questo, la banda, gli "avvenimenti occasionali" fuori programma ma sempre sensazionali, le prossime quadriglie di San Giovanni (piogge permettendo), giá sono materiale buono per cominciare. L'impostazione che dici mi sembra quella piú attraente, poi vediamo gli sviluppi.
Bye.

Ho tirato una foto del gruppo quando sono usciti, la Veronica dice che forse vengono da fuori, ci sono molti meninos, riconosci qualcuno degli altri?

 

Capoeira1 pier rr.jpg (168352 byte)

Nehum, a parte quello seduto sugli scalini della chiesa che mi sembra un maestro di Capoeira di Vila Flor o di Canguaretama, lo avevo incontrato un giorno con quella lenza di Maxsuel, non c'era giorno che non inconptrassimo un capoeirista dedito al lavoro dei campi o di falegnameria, o in pausa dal lavoro di pedrero.

 

 

 

 

 

Notizie da Barra

 

Caro Max.

Niente di nuovo sul fronte occidentale.

Quasi, niente. Già ti ho detto del parrucchiere che hanno fatto fuori alla vaquejada di Canguaretama, se i colpi fossero 12 o 14 ancora non è stato chiarito e forse non lo si saprà mai.

Senza voler apparire cinici, ancora una volta si conferma come questa gente, nonostante le loro non brillanti condizioni economiche non abbiano alcuna attitudine al risparmio.

 

Pare che il proprietario dell'Areia do Mar sia un pezzo grosso dell'antidroga alla Polizia Federale. Perlomeno così si dice.

Più certo è che la moglie di un tizio portoghese (con cui non ho mai avuto la fortuna di fraternizzare) che ha comperato un terreno lì vicino a te e che tutti chiamano semplicemente "il Messicano" se la fa con il marito della padrona del ristorante Peixe & Cia.

Forse sei già informato perché eri lì, ma non so. Il giorno che sei partito, all'aeroporto di Recife hanno arrestato il Messicano perché aveva in valigia cinque paia di scarpe. Imbottite di coca. Chi dice un chilo, chi dice due, forse non lo si saprà mai.

Pare che l'unica telefonata concessagli l'abbia fatta alla moglie senza riuscire a parlarle perché era in una pousada a Natal con il tizio di cui sopra.

Allora ha chiamato l'Areia do Mar  e ha lasciato detto che non aveva potuto partire e punto. E di avvisare sua moglie.

Quando il messaggio è stato trasmesso alla moglie questa pare abbia fatto un casino non si sa se perché aveva capito o se pensava di essere stata colta in flagrante comunque sembrava fuori di sè.

Il tizio è poi passato con il buggy alla pousada per prendere gli effetti personali della signora e la moglie del tizio è passata anche lei per prendersi l'altra auto a titolo di risarcimento.

Chi rampegava sui muri era anche il dono della pousada quando ha saputo che ospitava uno spacciatore e questo gli era passato sotto il naso senza che lui neanche subodorasse una pista.

Perlomeno stavolta non si è fatto male nessuno. Per il resto una noia...


Càspita, sempre quando vado via io iniziano le feste...

02 de maio, 2010

 

 

il problema Sicurezza

Tutto sulla sicurezza

Cordialità e rapina

Viaggiare tranquilli

Come prepararsi al Brasile

i pericoli del turismo sessuale

Attenzione all'arte del raggiro

Consigli di Viaggio

La Cultura dietro il Carnevale

 

max.bonaventura@gmail.com

 

 

 

"Viaggiare Sicuri"

"Consigli Utili"

"Statistiche"

"Punzecchiature"

"Ultim'Ora"

 

sAlta al blOg

 

Come quello del cardiochirurgo, anche il mestiere di turista necessita di preparazione e oculati aggiornamenti.

 

Leggi anche:

Come prepararsi

...annusa, conosci...

Il concetto di favelado

il Potere d'acquisto Bras

Salvador : sputi compresi

Brasile da bere

Orgoglio bandito

cosa mi piace del Brasile

Carnevale di Rio

Mangiare a Rio

Gastronomia di strada

Rio a portata di sguardo

Attualità Rio

Travel Tips, i Consigli di Viaggio

Attenzione all'arte del raggiro

Visita alle Cascate Yguaçù e Paraguay

Rio Sportiva

Edifici crollati

Mondiali di Calcio

Vila Mimosa - nuove foto

Storie di Samba

Parlare brasiliano

le Spiagge di Janeiro

Girare per la capitale carioca

Divertirsi a Rio

i Quartieri della Cidade Maravilhosa

Come si vive a Natal

Come si vive a Salvador

Sulla Sanità in Brasile

Procedere a "scatti" vicende fotografiche

oppure vai all'archivio:

Mappa del Sito

 

 

 

 

viaggiare  sicuri

 

Blog 2012

Blog Braz 11

Blog Braz 10

Blog Braz 09

Blog Braz 08

Blog Braz 07

Blog Braz 06

 

La guerra  di Rio...

 

 

 

 

 

Rio Flamengo

foto brasile

 Osservando

 

 

 

 

                Brasile     .     Salute     .     Nordeste      .      Rio      .      Blog     .     Commenti sul Brasile     .     Ciaobrasile     .    Foto     .     Mappa del sito