Brasile     .      Salute     .     Nordeste      .      Rio      .      Blog     .     Commenti sul Brasile     .     Ciaobrasile     .    Chi siamo     .       Foto     .     Mappa del sito

 

 

HOME

 

 

Rio de Janeiro  

 Nordeste

Salvador

visti

 

Suggerimenti

Salute

Sesso e salute

Foto Brasile

 

 

footage

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La guerra  di Rio...

 

 

 

 

Per chi ama il Brasile a tinte forti, fuori dai luoghi comuni turistici

Leggi la recensione cliccando sull'immagine

                              

raccolta di storie

qui la descrizione

 

 

   Do You Like Brazil ?

Un compendio delle cose che amo e quelle che no. Per chiunque voglia capire in un batter d'occhio in cosa il Brasile è diverso dall'Italia alla quale siamo abituati.

   Mi piace

I ristoranti a kilo, dove paghi il peso delle pietanze scelte, senza differenza fra pomodori o filetto.

Funzionano per il pranzo fino a tardi, le trovi in tutti i quartieri, con stampigliato all'entrata il prezzo all'etto, da 0,99 a 5,80 reais a seconda della classe, della raffinatezza e della qualità del servizio.

vedi anche : mangiare brasiliano

 

   Adorooo...

L'allegria che riscalda ogni incontro e ogni festa, senza limitazione età, di sesso o di ceto, la gioia di vivere semplice e contagiosa, le telenovelas che fanno da scuola popolare, la lingua portoghese che è più semplice e musicale della originale, e più pratica, come l'americana rispetto all'inglese.

 

    Fermezza trattabile...

Ogni decisione non è irrevocabile. C'è un prezzo della prima istanza e un prezzo detto "con choro", cioè ottenuto dopo aver pianto e insistito abbastanza.

Così come le decisioni e imposizioni di legge, che sono differenti se applicate al ocale o al turista.

Alla fine se proprio uno ci tiene a far rispettare, la norma, deve reiterarla. Come nella strada montana che porta dalle montagne del Minas Gerais giù verso le spiagge di Rio. Ad una curva pericolosa, un cartello avverte: "Rallentare, Curva pericolosa": Dopo cento metri, nuovo cartello "Ho detto di rallentare!".

 

    Ok...

 

Il simbolo di TUTTO BENE è il pollice in sù, che si usa per dire "va bene", "tranquillo", "scusa, non importa", indica amicizia, fraternizzazione, simpatia e quant'altro...

Assolutamente proibito il simbolo all'americana con l'occhiello formato dal pollice e l'indice; ha il senso del buco ed è alquanto offensivo...

 

    Frutta

La natura è stata benevola col Brasile. Nei mercati o negli Hortofruti troverete decine di frutta e verdura che non avete mai visto. Esistono dei bar specifici per i succhi di frutta, con elenchi interminabili di varianti assolutamente da sperimentare: Abacaxi, Manga, Graviola, Cupuaçu, Jabuticaba, Açaì, Gioaba ottimo per la gola, Clorofilla per il raffreddore...

 

vedi anche : bere brasiliano

 

    Sottofondo di allegria...

La musica...

Anche se non sei un appassionato di ritmi latini,alla fine riconosci che il sottofondo del Brasile è sempre musicale. Ha a che fare con la socialità, con la solarità, con la giovialità. Si canta, si balla e si fa ritmo per stare in compagnia, non esiste un palco che divida chi suona da chi assiste, perché lo spettacolo è una festa globale alla quale prendon parte tutti.

Il samba carioca, il pagode romantico, la bossa nova sorniona, il funky provocante, il forrò nordestino, la sertaneja delle zone rurali sono anime condivise e non idoli sul piedestallo...

Un mese prima della sfilata della scuole di samba per il carnevale, alle prove assistevano milioni di persone, entrate gratis al sambodromo ogni fine settimana per assistere alle prove pubbliche, bere, gioire. E tutti già conoscono e accompagnano a gran voce le canzoni delle 12 scuole...

 

scopri  anche la realtà sulla : Bunda Export

 immagini del Brasile 2013

appunti sull'economia emergente

importanti consigli di viaggio

street  food: cosa mangiare per strada

 

 

    Rischi allo sportello...

 

 

Le truffe informatiche stanno invadendo il mondo. Rio, come ogni città affollata di turisti, è uno dei posti più ambiti. Clonazione della carta durante un prelievo: non è che ci sia molto da fare, ma è bene usare se possibile una carta prepagata nella quale versare solo l'importo da prelevare, meglio se servita da comunicazioni via sms del servizio effettuato. In caso di messaggi che segnalino il tentativo di prelievo pirata, bloccare immediatamente la carta. Quindi meglio se ne avete con voi più di una. Può capitare, specie nei periodi di grande afflusso turistico, che qualche cassa elettronica si posso trovare a corto di contante. Quindi la vostra operazione sarà interrotta durante l'erogazione, ma nel vostro estratto conto comparirà che avete effettuato regolarmente il prelievo. In questo caso occorre recarsi all'ufficio della banca per ottenere una documentazione dell'accaduto da inviare alla vostra banca una volta rientrati.

in caso di emergenza (QUI)

 

    Rischi con le carte

 

In Brasile si vive bene se non si deve fare nulla di serio. Pochi sono i controlli responsabili, ed anche quelli possono essere risolti in maniera amichevole.

Quando però occorre passare sotto la forca degli uffici, ci si imbatte una burocrazia minuziosa che sembra non avere altro scopo se non quello di far sentire importanti i funzionari e tenere a distanza gli utenti. Un paese che finge e sembra e reclama solo per fastidio, ma poco funziona dal punto di vista qualitativo.

Assistenza al cliente? Hahahaha...!

Un esempio quotidiano: ti arriva una carta di credito nuova, è boccata, al primo problema in negozio rimani al telefono ore sballottato da un addetto all'altro, finalmente te la sbloccano, la settimana dopo, tentando un nuovo pagamento la ritrovi bloccata, dopo il solito interminabile scaricabarile telefonico vieni a sapere che l'hanno fatto per sicurezza, perché non credevano che tu facessi così tante spese (!). La terza settimana a un nuovo acquisto te la trovi nuovamente bloccata, solita gimkana telefonica e ti rispondono semplicemente che sei stato tu che hai richiesto il blocco (ma chi, ma quando ma dove? Nessuno sa darti risposta). Ma oramai non c’è via di uscita burocratica, non serve recriminare e dargli dei pagliacci, e l’unica uscita è richiederne per forza una nuova, che arriverà dopo (forse) due settimane.

Altro esempio. Devi pagare (si fa solo in banca) l'IPTU, una tassa sulla casa in rate mensili, ma se sei in ritardo sui pagamenti (come la maggior parte dei brasiliani) c'è una mora. Stranamente la banca non possiede il coefficiente della mora, e devi fare un'altra coda al comune per farti moltiplicare il tasso di interesse per il numero di giorni: perché non passare semplicemente questo numero alle banche? Misteri della burocrazia brasiliana.

I mobili acquistati vengono consegnati ma occorre montarli. Paghi la differenza, chiami la ditta preposta come d'accordo, però al numero nessuno risponde. Per tre volte dopo averti tenuto in sospeso per mezzora buttano giù. Allora altri ti dicono che prima di richiedere il montaggio devi aspettare cinque giorni utili. (?)

    Meglio riderci su...

 

Anche il forno a incasso lo monta (a prezzo extra già pagato in fattura) una ditta esterna collegata alla venditrice. Ma devi chiamare un numero a pagamento per avere il contatto diretto del tecnico e prendere appuntamento. Quando arriva il montatore, ovviamente senza attrezzi e senza nemmeno un metro, ad occhio dice subito che il pezzo non ci sta e lui non può montarlo, e se ne va...

Allora mandi giù il rospo e chiami un altro tecnico a tue spese, sperando che la sorte ti faccia arrivare uno che ci sa fare...

Sono gli esempi come questo che ti fanno capire che se in Brasile devi fare qualcosa di serio, forse sei obbligato a fasciarti la testa prima, perché nessuno sembra preoccupato veramente di spiegarti le cose, ed è tutta una vita in coda a sportelli dove ogni volta qualcuno ti dice qualcosa di diverso.

Un mio amico la prende con filosofia, e quando sa che deve andare ad un ufficio pubblico o solo dal meccanico, ingoia preventivamente un antidepressivo, per impedirsi di saltargli alla gola...

(contraddizioni ed altre amenità, leggi qui...)

   Mi piace

 

La carta d'identità del Brasile e di Rio de Janeiro è sicuramente il Carnevale: ben organizzato, famoso in tutto il mondo per le immagini delle sfilate delle maggiori scuole di samba al Sambodromo Sapucaì.

La sua vera faccia appare però negli oltre 500 Blocos de Rua, le allegre aggregazioni di strada e quartiere che tengono banco già durante le settimane che precedono i 4 giorni ufficiali, raccogliendo una folla festante che raggiunge in alcuni casi persino i 2 milioni di persone.

    Non mi piace

Il rischio di venire arrostiti come su una sedia elettrica, quando le strade si allagano dopo dieci minuti di acquazzone tropicale. I cavi dell'alta tensione corrono infatti sotto terra, accessibili dai tombini.  Lo scorso febbraio 2013 sono morte fulminate due donne in strada, proprio mentre io andavo a recuperare un amico bloccato alla fermata del Metrò.

   I Like

Il movimento. Le spiagge sono il fulcro della vita sportiva in senso lato. Tutti si muovono, saltano, giocano, sfidano la forza di gravità in ogni ora del giorno. Bambini, anziani, atleti.

   I Like

Gli ambulanti. Sono la spina dorsale dell'economia brasiliana, e la chiave per comprensione della sopravvivenza di un popolo che non muore mai di fame. Chiunque può andarsene in giro a vendere qualcosa nel tempo libero e nel week-end, eliminando praticamente l'indigenza. Dai venditori di spiaggia puoi rifornirti di tutto: snack, dolci, panini, pesce fritto, spiedini, macedonia col gelato, formaggio alla brace, birra e bibite, creme abbronzanti in monoporzione, costumi, succhi freschi e tè di mate gelato. Alcuni anziani venditori di parasole decorati propongono discretamente consumi illegali. In strada poi trovi frutta, Cd pirata, cappelli, orologi, riduttori e cavetteria, occhiali, vestiti, portacellulari da cintura, bibite, grigliate di carne. Alle prime gocce di pioggia, fuori dalle metropolitane fioriscono i venditori di ombrelli usa e getta.

   I Like

Niente Claxon impazziti - Nelle strade delle grandi metropoli come Rio e San Paolo non c'è il frastuono di strombazzatori aggressivi e stizziti che troviamo, ad esempio, a Napoli e Catania, ma una incredibile, rasserenata calma nonostante il traffico spesso congestionato.

   Sottoscrivo

Non c'è spreco nella economia dei consumi. Ogni prodotto ed oggetto ha una sua vita multipla, un utilizzo a caduta che continua ad servire le varie fasce sociali.  Il cibo non terminato al ristorante puó venire portato a casa nella classica "quentinha", un contenitore di alluminio da asporto. E molto spesso viene donato a qualche mendicante all'angolo della strada.

Oggetti inutili lasciati alla raccolta dei vari della spazzatura vengono ispezionati nottetempo fa orde di abitanti della strada, a caccia fii occasioni utili che poi finiscono nel mercato delle pulci di strada.

Le lattine di bibite gettate in spiaggia o nelle feste di strada non toccano prettamente terra, tanti sono i raccoglitori di vuoti di alluminio che trascinano sacchi enormi per venderli a peso.

Raccolta del lixo, pulizia dopo le feste di carnevale, immediato ed efficiente.

   Fuor dai pregiudizi

Rio dorme in strada, senza che nessuno si incomodi. La temperatura consente di mettersi sotto un portico, davanti a una banca e adagiarsi sopra un "papelao", un cartone, coi propri averi come cuscino, di solito una borsa o una valigia. E dormire fino all'alba.

Qualcuno, oltrepassato il limite di alcool o additivi sostenibili, dorme anche di giorno fra un muro e una una aiuola. E' un motel compiacente democratico, pratico ed economico.

Niente paura, non sono loro i criminali della strada...

    I Don't Like

I politici sono in altissima percentuale corrotti.  In cosa questo è diverso dal resto del mondo? Domanderete voi. Beh, direi nella forma. Qui possono rubare a man bassa, senza preoccuparsi di occultarlo o di ordire complicati meccanismi, tanto il popolo non si interessa che del proprio divertimento, del calcio, del sesso e della birra. E rubano molto e in modo sfacciato. Quando un politico viene trovato con le mani nel sacco, quando si riesce a processarlo, e quando infine con difficoltà si decide che è colpevole, basta che si dimetta dal proprio incarico e non verrà punito. E' quello che regolarmente accade. Nel frattempo lui ha già imposto sul suo scranno il figlio o la moglie o il cognato.

Ma, come in altre parti del mondo, il popolo non se ne cura troppo: A lui basta la birra, il calcio, la spiaggia e il carnevale...

   J'Adore

 

In alcune cose dimostrano di essere più avanti di noi. Ad esempio, la maggior parte dei medicinali da banco in Brasile sono venduti per unità! Si va in farmacia e non si deve comprare una scatola di 20 aspirine, ma solo una o due.

 

   Encomiabile

In banca, nei supermercati, alla posta, in aeroporto esistono file specificamente dedicate ad anziani, donne incinta e le famiglie con bambini. E negli autobus e metrò i posti preferenziali vengono rispettati veramente. Vedo continuamente persone che in un mezzo affollato si alzano e chiedono a un anziano o una donna di sedersi. Tanto che alla fine questo diventa un contagio civico.

 

    I Don't Like

Nelle metropoli più popolose la situazione dell'acqua è tragica. Il costo dell'acqua potabile è alle stelle, e le tubature di acqua pubblica sono fatiscenti. Accade a volte, soprattutto in estate, che a causa di una rottura o un lavoro, la fornitura di acqua venga a mancare per due o tre giorni, senza preavviso.  Se il problema riguarda solo un quartiere o due, c'è sempre la speranza di trovare un amico o un parente che ti ospiti per una doccia, oppure una sauna dove lavarsi. Se riguarda la città intera, la situazione si fa più tragica, soprattutto per l'impossibilità di dare scarica ai cessi.

Torna alla pagina di Vita in Brasile

   I Like

Le campagne anti discriminazione sono molto forti: oggi basta che un nero, un gay o un disabile venga trattato con poco rispetto, che la macchina della giustizia fa il suo corso. Non è infrequente udire minacce del tenore: "guarda che ti processo".

    I Don't want

Le urla.   In molte case o condomini, la gente (le donne) per comunicarsi o chiamarsi non vanno nella stanza della persona con cui devono parlare, ma le urlano attraverso i muri o le scale o le pareti, o le strade. Come a Napoli.

   Non ci posso credere

Alla Cassa il resto è decretato dal computer. Se lo scontrino è di 15,50 e tu dai alla cassiera una banconota da 20 e una moneta da 50 centesimi, ti guarda terrorizzata, senza sapere cosa fare.  Forse teme un tranello. Forse a scuola le tabelline non si studiano, e l'aritmetica è una cosa che ha a vedere col battito cardiaco. Qualsiasi cassiera, di supermercato, farmacia o boutique non si farà fregare: accetterà solo la banconota, batterà la cifra sul registratore e ti riempirà di monetine di resto. 

 

    I Don't Like

Aria condizionata. Credo abbia a che fare con l'orgoglio di mostrare quanto sono avanzati. O, come gli statunitensi, semplicemente gli va bene così. Fatto sta che centri commerciali, banche, farmacie, ospedali, taxi, autobus e metropolitane hanno l'aria condizionata a palla, e priva di regolazione. Quindi o esci o muori. Soprattutto se sei sudato dopo qualche ora in strada a 42°.

    I Dislike

Prezzi e Cambi - La politica del governo federale è improntata ancora alla vecchia maniera della repubblica delle banane. I cambi del real verso le altre monete (euro e dollaro) fluttuano a seconda della convenienza: salgono nel periodo di capodanno e carnevale, quando si sa che arriverà una valanga di valuta straniera, e calano subito dopo.

Stessa noncuranza nei prezzi: non esistono etichette esposte sulle merci in vetrina, occorre chiedere al negoziante che, specie nei mercatini, a volte ti darà una occhiata all'abbigliamento per valutare il tuo potenziale.  L'inflazione è determinata politicamente, attorno al 6-7%, ma la realtà impone valutazioni diverse. L'anno scorso una acqua di cocco costava 3 reais, quest'anno 4 (+33%).

Gli unici a non importarsene sono le banche, che praticano un tasso di sconto del 7%. AL MESE!!!

    I Don't Like

Dolci. Presenti in ogni bar, ristorante, snack e festa, sono concentrati, stomachevoli, a base di latte condensato e margarina. Una fetta pesa circa mezzo chilo e contiene più o meno 9000 calorie. Raro e prezioso scovare un angolo nascosto che propone un (quasi) decente strudel di mele.

    I Like

Contro lo sfruttamento sessuale esiste un capitolo attivo. La prostituzione è legale, ma il suo sfruttamento no, inoltre in ogni locale pubblico è presente un cartello con numero verde per la denuncia di adescamento, sfruttamento e abuso di minori.

    Strano

I sacchetti della spesa sono così sottili che se ci metti una bottiglia di coca cola dopo un minuto si rompono. Non capisco una società che continua ad economizzare da decenni su un dettaglio così importante. Economizzare in che  senso, poi, se tutte le cassiere di supermercato utilizzano costantemente due sacchetti, uno  dentro l'altro per inserire la spesa dei clienti.

   Interessante

I pacchetti di sigarette non hanno solo moniti e scritte per ricordare il pericolo del fumo, ma immagini di corpi malati e martoriati che fan tanto ribrezzo da sembrare incubi.

    I Like

Le spiagge hanno strutture gratuite per fare esercizi di palestra all'aperto. Ogni piazza di quartiere ha un'area adibita a strumenti di esercizi ginnici gratuiti per la terza età.

    Encomiabile

A 60 anni si ottiene una carta che garantisce lo sconto del 50% su cinema, teatri, musei e mezzi pubblici (bus e metrò), che poi a 65 anni saranno completamente gratis.

In metro ci sono i posti riservati per anziani, donne incinte e disabili e la gente cede loro il posto veramente!

Una dimostrazione di gentilezza e civiltà, spesso strana e inattesa in un paese che ha altri seri grattacapi sociali, ma che accompagna le pronte scuse profferite ad ogni inciampo.

                       

gen 2013

 

Torna alla pagina di Vita in Brasile

Viaggiare è un atto di ribellione. Chi cerca vite diverse da quelle in cui vive dimostra un rifiuto per la realtà così com'è, nella sua fissità di regole e abitudini, e va alla ricerca di una fabbrica di desideri e sostituti.

 

Segui la via breve: spunti e paradossi

Suggerimenti

le Spiagge di Janeiro

i Quartieri della Cidade Maravilhosa

Procedere a "scatti" vicende fotografiche

Divertirsi a Rio

Girare per la capitale carioca

il Potere d'acquisto Bras

Salvador : sputi compresi

Brasile da bere

Orgoglio bandito

cosa mi piace del Brasile

Carnevale Rio 2012

Mangiare a Rio

Gastronomia di strada

Attualità Rio 2012

Rio Sportiva

Edifici crollati

Mondiali di Calcio

Vila Mimosa - nuove foto

Storie di Samba

Parlare brasiliano

 

graditi commenti e quesiti a:  max.bonaventura@gmail.com

 

 

 

 

Osservando