bLOg mAx

Mappa del sito   .    Blog   .   Brasile    .   Vagabondaggio   .   Foto   .   Viaggi   .   Procedere a scatti    .  Libri   .   Contatti

HOME

 

 

     pagina 3

 

 

Gennaio 2007

     Notizie dall'Altro capo del mondo.

     Qui a Rio le cose scivolano tranquille.

     Si cammina per le strade in T shirts e bermuda, raramente si riesce a mettere un paio di jeans, solo per andare in qualche ristorante o shopping center con aria condizionata, altrimenti per strada si muore.  Sempre in linea generae. In questo inizio di 2007, comunque, accade che sia particolarmente fresco.  Si pu stare in casa e fuori senza soffrire lafa, e la notte anche i pi calorosi riescono a dormire con un lenzuolo.

 

 

 

 

alle newsletters

Blog Max

Brasile

 

dicembre 2006

2. Continua

3. gen 2007

4. Continua

5. Continua

6. feb 2007

7. Continua 

8. Continua

9. Continua

 

Blog Brasile 08

 

Rio-C003 Abita.jpg (428896 byte)      0-Boyzinhos Flamengo Praia 006 R.jpg (50848 byte)     Copia di cielo sampa.jpg (236725 byte)     Imgp3121 R.jpg (74828 byte)    Imgp3146 R pizza.jpg (180503 byte)

A differenza dei locali, da bravo italiano del nord non amo il freddo, vengo qui sfuggendo a millenni di neve e gelo, alla ricerca di un caldo che non soffi rapido e inconcludente come una pentola di brodo di pollo. Ricordo quando da ragazzo amavo fermarmi con la moto sopra i ponti in estate, l dove vedevo tremolare l'aria torrida di ferragosto. Qui posso vivere sem camisa in ogni momento perch non esiste un inverno incorniciato di neve e gelo. Unica accortezza, ricordarsi chi chiedere ai taxista di spegnere laria condizionata.

 

Rio a noite.jpg (143145 byte)     Imgp3186 surfista.jpg (132289 byte)     Imgp3203 R ipan.jpg (157416 byte)     Imgp3208 piedi.jpg (236627 byte)     Imgp3269 Drk-Karl.jpg (161947 byte)

 

    E strano che la stagione caldissima non sia ancora arrivata, come dicono non sia arrivato il grande gelo nemmeno in Italia. La temperatura quindi vivibilissima, sui 25-29 gradi di giorno, abbastanza ventilate le spiegge, ma si capisce che c' qualcosa che non va nell'aria. Ieri sera ho visto un'isola inghiottita dalla nebbia. E non era l'isola di Padania. Fa uno strano effetto vedere a mezzanotte una enorme alito di vapore ucire dal mare nero e lambire i lampioni, disperdendosi fra i pochi giocatori di football che ancora scorazzano calcagni fra le sabbie.  I notiziari parlano di allagamenti a San Paolo e nelle regioni del sud, o a Minas Gerais fra le gole del Brasile di mezzo. Il riscaldamento globale entra nelle aspettative rituali , incombente.  Anche qui, increduli e disattenti, si inizia a parlare di effetto stufa, con una specie di orgoglio da primeiro mundo.
 

Continua

back

Main Page